mercoledì 1 febbraio 2012

Una Red Velvet agli agrumi travestita da giocatrice di carte

 Ci siamo, gli operai hanno preso possesso di metà casa, non una metà qualunque, cucina e bagno mio e di Saponetta in primis, seguirà il salone e poi lo studio di papà… e noi abbiamo deciso di convivere con i lavori.

Ero convinta che avrei iniziato questo post lagnandomi per quando casino ci fosse in casa e invece… sembra incredibile, ma la mattinata è andata più che bene (eccetto quando mi hanno levato l’acqua calda in piena doccia, ma è stato solo per un attimo).

Il nostro accampamento è pronto da una settimana e ci siamo adattati davvero con facilità. Adesso abbiamo uno studio-cucina, io ho parte del bagno nella mia stanza e infiltrati tra mensole e libreria ci sono latte con biscotti e marmellate varie. Eravamo convinti che anche cucinare sarebbe stato un problema, invece basta solo organizzarsi, abbiamo scelto accuratamente utensili&pentolame vario, abbiamo lasciato il piano cottura, il forno ed il microonde. 
Eviteremo grandi vapori (grazie alle pentole a pressione) e fritture (frittate e cotolette, per esempio, sono buonissime anche fatte al forno) per salvaguardare il più possibile i libri ormai grandicelli di papà. 

È vero, c’è gente che vive in 30 mq, ma un conto è viverci da sempre ed un altro è abituarsi. Ovviamente niente lavastoviglie, niente lavello e niente pila, quindi stiamo cercando di usare meno cose possibili, di ungere e sporcare di uovo, l’unico appoggio è il lavandino del bagno di mamma e papà che è delicato.

In ogni caso sono decisamente ottimista, mi resta solo da sperare che l’impresa sia ottima e veloce e che non ci siano gli stessi intoppi di quando venne rifatta la mia stanza (2 mesi per riprendere pareti e cambiare gli infissi o.O).
Ad ogni modo vi terrò aggiornati e magari posterò qualche ricettina salva-libri e salva-stoviglie.

Oggi però vi presento l’ultima torta decorata in pasta di zucchero preparata prima della “tempesta”, ma con il minimo di utensili&pentolame in quanto già avevamo impacchettato tutto.
È stata realizzata per il compleanno della mia mamma e decorata a quattro mani con Saponetta.
Il tema è uno dei suoi preferiti in assoluto, carte francesi a gogo!!!
Vi ho mai detto che è un’accanita giocatrice di Burraco dal vivo e on-line? Vi risparmio i commenti, vi dico solo ce con la scusa della cucina-studio… può giocare e cucinare in contemporanea :p
  
Si tratta di una finta Red VelvetCake, in quanto la base è un pan di spagna rosso agli agrumi, la crema interna è all’arancia e la copertura esterna di panna e pasta di zucchero.

Red Velvet agli agrumi 
travestita da giocatrice di carte


 Pan di spagna:
dosi per una tortiera da 15 cm Ø
  • 3 uova
  • 150 g di farina 00
  • 150 g di zucchero
  • La scorza grattugiata di ½ limone; ½ arancia; ½ mandarino
  • 1 cucchiaino da tè di lievito per dolci
  • 1 cucchiaio d’olio evo
  • 3 cucchiai di acqua tiepida
  • colorante rosso q.b.

Montate le uova con lo zucchero fino a renderle bianche e spumose (circa 10 minuti).
Setacciate la farina con il lievito, aggiungete l’essenza, l’olio e l’acqua  dove avrete diluito il colorante.
Unite al composto ottenuto le uova montate con lo zucchero procedendo poco per volta e dal basso verso l'alto.
Versate il tutto nella tortiera.
Infornate a 180° C per circa 30 minuti, fate sempre la prova dello stecchino.

Crema all’arancia:
  • 1l latte
  • 100 gr farina 00
  • 160 gr zucchero
  • Scorza di un’arancia (non grattugiata)
  • 200 ml panna da montare
  • 1 cucchiaio raso di zucchero a velo

In un pentolino setacciate la farina e lo zucchero, aiutandovi con una frusta incorporate poco per volta il latte (procedimento tutto a freddo), aggiungete la scorza d’arancia e mettete sul fuoco. Procedete come per la crema gialla, mescolate sempre e togliate dal gas quando vedrete che riuscirete a scrivere in superficie con la stessa crema.
Montate la panna (assicuratevi che sia ben fredda, monterà con più facilità) con lo zucchero a velo.
Quando la crema sarà fredda, aggiungete poco per volta e mescolando dal basso verso l’alto la panna montata ottenendo così un composto spumoso.
Per la copertura:
  • 200 ml di panna da montare
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo
Montate la panna ben ferma (assicuratevi che sia fredda) insieme allo zucchero e rivestite tutta la superficie della torta.


Pasta di zucchero (per questa torta ne ho fatte due dosi!):
  • 225 g di zucchero a velo impalpabile
  • 15 ml di acqua
  • 3,5 g di gelatina in fogli (colla di pesce)
  • 12,5 g di glucosio
  • 3,5 ml di glicerina*
  • ½ cucchiaio raso di burro reso a pomata

Mettete la colla di pesce a bagno nell'acqua in un pentolino, quando questa si sarà ammorbidita mettete il pentolino sul fuoco e aggiungete il glucosio.
Quando il tutto sarà sciolto e risulterà trasparente togliete il tutto dal fuoco.
In un robot mettete lo zucchero a velo ben setacciato ed incorporate il composto liquido precedentemente ottenuto, il burro e la glicerina.
Fate lavorare alla massima velocità.
Capirete che la pasta di zucchero sarà pronta quando si staccherà dalle pareti.
Rovesciatela in una spianatoia e lavoratela sino a che sarà morbida e non più appiccicosa (non aggiungete altro zucchero!!!).
A questo punto è pronta per le vostre decorazioni.

I miei trucchi per la pasta di zucchero
(ultimo aggiornamento 20/01/2011)
  • tra una lavorazione e l’altra conservatela in contenitori emetici;
  • la più o meno facilità di lavorazione della pasta di zucchero dipende anche dall’umidità presente nella stanza, più ve ne sarà, più sarà facile lavorarla. Nel caso vorreste aumentarla, lasciate bollire una pentola d’acqua mentre state lavorando, il vapore vi aiuterà;
  • per non farla appiccicare al piano di lavoro io preferisco utilizzare una parte di zucchero a velo ed una di amido di mais o di fecola di patate;
  • tra la torta e la pasta di zucchero è bene spalmare uno strato sottilissimo di crema di burro (la mia si ottiene mescolando una parte di burro morbido con 2 parti di zucchero a velo e tanto latte quanto basta per rendere cremoso il tutto: 80 g di burro, 160 g di zucchero a velo, 1 cucchiaino di latte circa) o di panna montata;
  • l’ideale sarebbe decorare la torta dopo che questa è stata un’intera notte in frigorifero per due motivi: 1) sarà più saporita al gusto, 2) avrà auto tutto il tempo di assestarsi e di essere più soda e quindi più facile da decorare.
  • tra un utilizzo ed un altro conservate la pasta in un contenitore ermetico, basta poco che questa rischi di asciugarsi.
  • se dovesse indurire, potete: inumidire con acqua o ungere con del burro le mani e lavorarla con le dita oppure fare quest’ultima operazione direttamente sulla pentola che sta bollendo facendo sì che il vapore con la sua umidità ed il suo calore, rammorbidisca la pasta;
  • per ottenere colori intensi, optate sempre per coloranti in polvere!!!
Assemblaggio:
Ho tagliato il pan di spagna in tre strati e li ho bagnati con pochissima (!!!) acqua tiepida nella quale avevo sciolto poco zucchero (calcolate circa 1 cucchiaio raso di zucchero ogni 200 ml, non volevo che la bagna risultasse troppo dolce).
Ho farcito ogni strato con la crema all'arancia.
Ho ricoperto l’intera superficie della torta con la panna montata e lasciato raffreddare in frigorifero.
A questo punto siete pronti per decorare come meglio preferite. Come potete vedere dalle foto, io ho optato per i semi delle carte francesi.

 Ancora tanti auguri alla mia mamma!!!
Buona torta a tutti e buona ristrutturazione (:/) a noi ^_^
***Gialla***

22 commenti:

  1. Semplicemente spettacolare!!! E auguri alla tua bella mamma!

    RispondiElimina
  2. che spettacolo...ovunque la guardi e' bellissima...nella forma, nel colore...nella precisione...proprio bella!

    RispondiElimina
  3. Allora comincio con gli auguri: alla tua vera mamma, innanzi tutto, ma anche a tutti voi per la sopravvivenza ai lavori in casa!
    Poi ti faccio i complimenti per la torta e soprattutto per questo pandispagna che ti copierò al più presto! Una sola domanda: niente bagna?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo scordato di scrivere la parte dell'assemblaggio :/. in ogni caso io faccio quasi sempre acqua e zucchero; per questo pan di spagna ne serve comunque pochissimo, e se la crema è umida si può anche non metterlo, viene morbidissimo!

      Elimina
  4. ma che bella la mamma che sofffia! chissa come sara stata fiera delle due figliuoleeeee :) bravissime veramente. ora che faccio io una torta del genere..ci vorranno anni. davvero spettacolare.

    RispondiElimina
  5. Ciao auguri alla tua mamma e complimenti per la torta e buona sopravvivenza ai lavori in casa ;)

    RispondiElimina
  6. ma guarda che meraviglia di torta!!

    RispondiElimina
  7. wooooooooooow che delizia! complimenti, un bacio :)
    ps: ho realizzato un nuovo concorso "Fashion Food": in premio 100 euro di shopping! Ti aspetto :)

    RispondiElimina
  8. la torta è stupenda e tu sei bravissima...
    ma davvero tutta la casa incasinata...certo tutti questi adattamenti per avere un gran risultato..
    io invece volevo chiedere il tuo aiuto per un contest a 4 zampe fatto per aiutare gli animaletti...che dici? ci aiuti?
    http://farsiadottaredauncane.blogspot.com/2012/01/farsi-adottare-da.html

    RispondiElimina
  9. grandiosa la torta! complimenti davvero ;) perdona la mia ignoranza in materia, ma per glucosio intendi zucchero semolato semplice? per i cuori hai usato sempre pasta di zucchero?se si che tipo di colorante hai utilizzato?
    ti ringrazio in anticipo gialla!

    Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia, grazie mille! Per glucosio in questi casi si intende lo sciroppo di glucosio,ha la consistenza simile a quella del miele e lo trovi di norma nei negozi che vendono materiale per la realizzazione dei dolci.
      A presto

      Elimina
  10. Che bellezzaaaa... sai che anch'io voglio cimentarmi a fare torte come le tue ma ho sempre paura di sbagliare e di rimaner delusa... ma prima o poi ci proverò!!! Bravissima!!

    RispondiElimina
  11. Geniale la finta Red Velvet! Sono approdata casualmente da te alla ricerca di una torta con tema carte da gioco per il mio papà che è un appassionato...E ho trovato anche un'alternativa alla Red Velvet classica che non sempre risulta come la vorrei. Complimenti!

    RispondiElimina
  12. Il nostro accampamento è pronto da una settimana e ci siamo adattati davvero con facilità. Adesso abbiamo uno studio-cucina, io ho parte del bagno nella mia stanza e infiltrati tra mensole e libreria ci sono latte con biscotti e marmellate varie. Grazie appartenenti a discutere le informazioni che avete voi. Tale articolo è molto utile. Ha un sacco di cose utili.
    Capital markets Italia

    RispondiElimina
  13. The article is very interesting to see, thank you for sharing this very interesting information
    Obat Lipoma Yang Alami Tanpa Operasi

    RispondiElimina

Grazie mille per la visita!!!

Lascia pure un commento, un'opinione, un saluto o qualsiasi altra cosa ti stia passando per la mente ^_^