venerdì 22 febbraio 2008

Gli spiedini della nonna Titina!

Stanchi delle solite polpette? La mia nonnina le faceva così: INFILZATE!
Ingredienti:
  • 500 gr di macinato sceltissimo
  • 2 uova
  • 2 fette di pane ammollate in un pò di latte (in alternativa un cucchiaio e mezzo di pangrattato)
  • prezzemolo
  • sale q.b.
  • 350 gr di formaggio primo sale
Panatura uovo e mollica.
Mettete in una terrina il macinato, un pizzico di sale, le uova, il pane ben strizzato e il prezzemolo, amalgamate tutto ben bene e preparate delle polpettine di circa 2cm di diametro. Tagliate dei rettangoli di formaggio larghi quanto le polpette e infilzate il tutto nello spiedino... iniziate col formaggio e finite con lo stesso. Serrate le polpette tra i pezzetti di formaggio e schiacciate i lati in modo da far venire un unico grande rettangolo, dunque passate gli spiedini prima nell'uovo e poi nella mollica. E in fine friggeteli!
Variante consigliata: prima dei pezzetti di formaggio potete inserire dei rettangoli di pane che diventerà croccante.

Trucchetto: mangiati il giorno dopo, avendoli ripassati in padella senza olio o riscaldati al forno, sono ancora più gustosi!!!

Ricettina semplice semplice, ma davvero gustosaaaaa!!! E poi è genuina come tutte le "ricette della nonna".


Come contorno vanno benissimo zucca in agrodolce e carciofo arrostito.


Zucca in agrodolce:
Tagliate in rettangoli di spessore non superiore a 1cm e friggeteli, man mano che li friggete andateli mettendo in un piatto; finita la frittura togliete l'olio in eccesso lasciandone una piccola quantità (se l'olio è sporco, levatelo e mettetelo nuovo) riunite la zucca e mettete per 500 gr di questa 3 cucchiai di aceto e 1 e mezzo di zucchero, pepate salate e aggiungete uno spicchio d'aglio in camicia schiacciato, mescolate e appena l'odore forte dell'aceto sarà quasi del tutto assopito e lo zuccherò sarà completamente sciolto spegnete il fuoco e mettete il tutto nel piatto di portata e servita a temperatura ambiente. Anche in questo caso consiglio di farla o il giorno prima o il pomeriggio per la sera. E' possibile aggiungere a fine cottura anche qualche fogliolina di menta.

Carciofo arrostito:
Pulite e tagliate i carciofi, levate i gambi in modo da creare una base per farli star dritti (non verranno buttati!) e metteteli man mano in acqua e limone, in seguito tenendo i pollici sulla sommità delle foglie e indice e medio alla base tirate le prime verso l'esterno in modo da aprire il carciofo e lasciare spazio tra un giro di foglie ed un altro, a parte preparate sale, pepe e olio (si possono aggiungere anche acciughe, aglio e pecorino) e versate il tutto tra le foglie, se la cottura avverrà al forno, come ho fatto io, mettete nel fondo della teglia mezzo dito d'acqua, aggiungete anche i gambi e infornate, lasciate cuocere per una mezz'ora abbondante a 200°C.

Buon appetito

*** Gialla ***

5 commenti:

  1. ma che bello questo blog appena nato, benvenuta gialla, un bacione buon we

    RispondiElimina
  2. Aaahhh... Questo è il genere di pietanze che mi fa sbrodolare... Poi con carciofi arrostiti.
    Il trucchetto non può essere messo in pratica perchè questi spiedini sono così buoni che non durerebbero 5 min

    RispondiElimina
  3. Noooo gli spiedini cosi' li hgo sognati l'altro giorno, son da provare subitissimo !!! Ciao Lisa
    http://ricettedafairyskull.myblog.it/

    RispondiElimina
  4. e brava la tua nonna!! mi stuzzicano un sacco *ç*

    RispondiElimina

Grazie mille per la visita!!!

Lascia pure un commento, un'opinione, un saluto o qualsiasi altra cosa ti stia passando per la mente ^_^