sabato 7 gennaio 2012

Caramellemania: i Ginevrini alla menta


Da quando mi sono cimentata nella preparazione delle caramelle gelée mi sono ripromessa di mettermi alla prova con altri tipi di caramelle, ho però sempre rinviato l’esperimento sino a quando decisi che ci avrei provato per il giorno della Befana, quale miglior scusa e miglior giorno?! :p


Ma quali fare? Zuccherini? Pastiglie? Fondenti? Gommose?… Il risultato è stato un intero pomeriggio immersa nello zucchero! 


La felice sorpresa è stata quella di scoprire che si possono realizzare delle caramelle gradevoli al gusto e alla vista con pochissimo sforzo e soprattutto con ancora meno ingredienti. Bastano anche solo acqua e zucchero.

Quel pomeriggio ho rifatto le gelée, ma anche i ginevrini (o le ginevrine) e le caramelle fondenti al miele.
La preparazione che vi propongo oggi è proprio quella dei ginevrini. Si tratta di caramelle molto simili a zuccherini, data la loro consistenza grezza, e aventi la forma di piccoli bottoni.
La loro realizzazione è a dir poco FACILISSIMA!
Mi dispiace solo di non aver trovato notizie né sulla nascita di queste caramelle, né sul perché si chiamino così…  se siete a conoscenza di qualche informazione scrivetemele in un commento sotto al post. Grazie milleee!!!


Passiamo alla ricetta:


Ginevrini alla menta

Ingredienti:
  • 200 g di zucchero
  • 2 cucchiai d’acqua
  • 2 cucchiai di sciroppo alla menta
  • 1 cucchiaio di succo di limone

Mettete lo zucchero in un pentolino, aggiungete l’acqua, lo sciroppo ed il succo del limone.
Ponete sul fuoco sino a che lo zucchero non sia sciolto, stando attenti a non potarlo a bollore.
Sul piano da lavoro, stendete un foglio di carta forno e con l’aiuto di un cucchiaino (meglio se della dimensione di quello da caffè) fate cadere delle gocce sulla carta. Queste gocce si allargheranno leggermente ed andranno a creare le vostre caramelle.
Lasciate asciugare per circa 30 minuti.
Vedrete che i ginevrini si staccheranno con estrema facilità.
Il composto, una volta fuori dal fuoco, tende ad indurirsi in fretta, per continuare a lavorarlo sarà sufficiente aggiungere un cucchiaino d’acqua e rimettere il tutto sul fuoco sino a quando non tornerà liquido.

Nota: quando dovrete formare i bottoncini, non fatelo subito dopo aver levato il composto dal fuoco, ma aspettate almeno 30 secondi, in questo modo le gocce tenderanno a rimanere più compatte.

Buone caramelle a tutti ^_^
***Gialla***

23 commenti:

  1. Ornella, ma troppo bella questa ricetta...ti chiedo ma avendo un piano di marmo...serve comunque la carta forno??? Grazie ...baci, Flavia

    RispondiElimina
  2. Dalla carta forno si son staccate da sole, forse va bene anche il piano di marmo, non so precisamente. Di sicuro so che quando si fa il torrone e si usa il piano di marmo questo viene unto... magari basta che passi un tovagliolino con dell'olio sulla superficie per essere totalmente tranquilla. Devi considerare che essendo delle gocce hanno i bordi abbastanza sottili, ne consegue che devi evitare di far pressione per staccarle, altrimenti rischi di romperle. Io quando non si staccavano del tutto mi limitavo a spingere col dito il centro di queste sollevando un po' la carta forno.

    RispondiElimina
  3. lE VOGLIO FARE! proverà con altri sciroppi fruttati...farò felicissima la mia bimba!!!!! grazie!!!

    RispondiElimina
  4. Qui da me ci sono svariate ditte artigianali, alcune pregiate e "datate" che producono le MITICHE!!!!
    Mitiche e preziose....eppure semplici ed abbordabili, bravissima...sarà una dolce notte, spero, per tutti!!!!

    Un abbraccio ligure e zuccheroso

    Fabi

    RispondiElimina
  5. che bello riuscire a riprodurre in casa queste caramelline, io le adoro! grazie 1000 x la dritta! :-)

    RispondiElimina
  6. Pentolina, provale!

    Fabi, sarà di sicuro dolce... ne sto mangiando a tonnellate per la gola che brucia :p

    Simo, sono soddisfazioni enormi!

    RispondiElimina
  7. Ma che idea geniale! Me la segno e proverò a farle!! Grazie ;-)

    RispondiElimina
  8. ornella... è una figataaaaaaaaaaaaaa!! segno subito! ^_^

    RispondiElimina
  9. Troppo carine,da fare appena compro lo sciroppo alla menta.
    Bravissima.

    RispondiElimina
  10. Ma che belle, e poi facili da fare. E' veramente una bella dritta, grazie.

    RispondiElimina
  11. ogni volta dico ora le faccio le caramelle ora le faccio...ma questa volta davvero sono buonissime alla menta e vedo anche facili...buon anno dottoressa

    RispondiElimina
  12. Ragazze, grazie... provatele, sono velocissime da fare e danno tantissime soddisfazioni!

    RispondiElimina
  13. Anche io voglio provare a realizzare queste caramelline: sembrano deliziose. Si potrebbero fare di più gusti. Domani tutti all'opera!!!!

    RispondiElimina
  14. sono belissimi li provo e ti faccio sapere la riuscita...
    grazie

    RispondiElimina
  15. mi ricordano i miei primi esperimenti in cucina,mi divertivo a fare i ginevrini, le caramelle mou,i croccanti…ora sono tutti a dieta e io non mangio caramelle ,nella calza ho messo vero carbone sia a mia figlia che a mio marito!

    RispondiElimina
  16. allora Ornella, le ho provate, è incredibile, UGUALI a quelle comprate! sei un genio ragazza!GRAZIE ANCORA, ora mi sbizzarirò con altri aromi! ma secondo te in quelli bianchhi che aroma c'è??? aroma ginevrini????

    RispondiElimina
  17. Provate e fatemi sapere :)

    Simona, sono felice che sia venuti buoni!!! In quelli bianchi ci sono gli aromi, quelli che si trovano in fialette: arancia, limone, mela... sono incolore. In questo caso però la ricetta varia, sostituisci lo sciroppo con altri 2 cucchiai d'acqua e aggiungi una fialetta d'aroma. Un'altra blogger, per esempio li ha provati bianchi facendoli al gusto di lavanda (ancora però non ha fatto il post).

    RispondiElimina
  18. I ginevrini che buoni! E che belli! Non pensavo fossero facili da fare...

    RispondiElimina
  19. Golosissima ricetta, grazie Gialla!!!!

    RispondiElimina
  20. Sulla Anna Maglie base di nuovo modello di maglia AeroSwift di Nike, maglia serie a 2017 la casa camicia PSG è blu scuro, con le maniche compensati in una tonalità leggermente più scura del colore.maglia AC milan 2017 Il Paris Saint-Germain sports flags sale 2016-17 mantiene l’iconica “Hechter” Design Kit, dal nome del designer di moda ed Cincinnati Bengals flags ex presidente del club Daniel Hechter che ha originariamente concepito. In un tocco moderno, il blocco di centro rosso-e-bianco si compone di 14 rosso e due strisce Los Angeles Dodgers banners usa bianche sul nuovo 2016-2017 Kit Nike Paris Saint-Germain.Dallas Cowboys flags

    RispondiElimina

Grazie mille per la visita!!!

Lascia pure un commento, un'opinione, un saluto o qualsiasi altra cosa ti stia passando per la mente ^_^

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...