lunedì 14 novembre 2011

Il panino che non c'è


Wow… ci sarebbe una parolina che dovrei dirvi, ma potrei essere monotona, ultimamente l’ho scritta talmente tante volte che rischierei di sciuparla, ma credetemi, l’affetto che è giunto da queste pagine e da Facebook in questi giorni è stato davvero stupendo! Tantissimi i commenti all’ultimo post e quelli inviati in privato; in molti avete detto che vi ho commossi, vi assicuro che avete fatto altrettanto voi con me; “Wow” è l’esclamazione perfetta! Sta uscendo, sta uscendo, sta uscendooo… GRAZIEEEEE!!! =DDD

Le giornate stanno riprendendo il ritmo di sempre: palestra, letture, aggiornamenti, pseudo lavori, visite sempre più frequenti da “tutto un euro:p (tra le cazzatelle qualcosa d’interessante si trova sempre) e un po’ di hobbystica varia… ho ripreso in mano la situazione e mi sto piano piano dedicando ai progetti, grandi e piccoli, che avevo accantonato durante questi ultimi mesi.

 Passando agli eventi culinari, ormai avrete capito quanto io sia golosa, ma mica solo di dolci… di CIBO in generale!

C’è poco da fare, finirò nel fango del girone dei golosi :/ !!!

Ora vi faccio capire perché sottolineo ciò; l’altra sera, per cena, avevamo deciso di fare i panini piastrati ed io ne avvevo in mente uno godurioso che avrei tanto voluto postare qui sul blog, ma… l’ingordigia ha avuto il sopravvento! Lui era lì caldo caldo, il formaggio filava, il condimento scendeva dai lati... sentivo una sola vocina “mangiamiiiii, mangiamiiiii” mi diceva, io non potevo mica deluderla e GNAM, tutto dentro il mio pancino con pochi e voracissimi morsi. 

Morale della favola, a voi resta solo il racconto e l’unica foto che ho scattato ovvero quella della crema di pere alla birra che perfettamente si sposava con l’accoppiata speck e provola affumicata :D


Crema di pere alla birra
Leggi la ricetta...


La ricetta della crema la trovate sul blog di Birra GustoNaturale, in compagnia delle altre ricette che vedono la birra ingrediente fondamentale di altre preparazioni proposte da me e da altre bravissime foodblogger.



Buona lettura e vi prometto che se riuscirò,
la prossima volta, fotograferò il panino!!! :p
***Gialla***

18 commenti:

  1. A chi lo dici! Il momento più duro è proprio quello dello scatto. Hai davanti a te la tua creazione e ..no devi aspettare. Uffaaa

    RispondiElimina
  2. evabbè, il formaggio che filava, il condimento che colava ai lati....ma allora dillo che devo farmene uno subito!!! vado a leggere, speck e provola già mi piacciono moltissimo, le pere ci stanno 'na favola....corro!

    RispondiElimina
  3. quando il cibo chiama non resta che rispondere e tu hai fatto bene a prendere la chiamata, viceversa, passato il treno, sarebbe venuto meno il desiderio. Non c'è una regola per essere quello che noi tutte siamo qui dentro, basta essere se stesse e fare solo ciò che ci va di fare..punto questa è la regola!! Quanto alla cremina ho già avuto modo di parrezzare di la...Bacio Giallina...

    RispondiElimina
  4. apprezzare....azzarola scrivo va!!!^_^

    RispondiElimina
  5. Mi associo ai "hai fatto bene": la descrizione lascia spazio alla nostra immaginazione, e da un certo punto di vista stuzzica anche di più!
    :-)

    RispondiElimina
  6. Dice il saggio: plossima volta, piastra 4 panini...e uno lo foglafi!!! Baci, Flavia

    RispondiElimina
  7. Molto particolare questa ricetta
    ciao

    RispondiElimina
  8. Ciaoo :) blog bellissimo e ricette invitanti !
    Mi sono aggiunta ai tuoi sostenitori, daltronde come non farlo :D
    Se ti va fai lo stesso e dai un'occhiata al mio:
    http://dolciideee.blogspot.com/
    A presto :)

    RispondiElimina
  9. una ricetta intrigante ....mi affascina accostamento birra pere...

    RispondiElimina

Grazie mille per la visita!!!

Lascia pure un commento, un'opinione, un saluto o qualsiasi altra cosa ti stia passando per la mente ^_^