sabato 2 aprile 2011

Sono blogger, FOODBLOGGER! ^_^


Quale giorno migliore per prendersi poco sul serio se non quello successivo al Pesce d’aprile?!


Se ieri ho riso io (con Saponetta abbiamo fatto uno scherzo al povero papà che non ha più trovato le sue amatissime lattine di coca-cola in frigorifero, compresa quella di riserva, ihihih) adesso tocca a voi… prima però va fatta una "piccola" premessa.

A quanto pare il mondo dei foodblog sta entrando anche nell’interesse dei media italiani ed iniziano ad apparire servizi ed articoli. La cosa fa davvero piacere, ma allora cos’è successo? Perché ci siamo risentite/i?

Il 28 febbraio 2011 alle ore 08:10 del mattino veniva pubblicato questo articolo La carica delle food blogger firmato da Maria Teresa Melodia.

Prima ancora di leggerlo, quello che salta subito all’occhio (motivo principale della rivolta) sono le foto che “arricchiscono” l’articolo; si tratta di immagini ammiccanti, donne provocanti, ma anche foto senza un vero e proprio senso!
Direi che è stato messo in atto il più spicciolo dei modi per attirare l’attenzione e che dimostra scarsissima professionalità.

Lascio a voi un giudizio più accurato, eccone alcune:



P.s. Hanno provato a sostituirle, ma con pessimo risultato!


La giornalista in questione ha tenuto a dissociarsi da tale scelta con questo commento:
“(…) Io sono l’autrice del pezzo, ma vorrei sottolineare che da collaboratrice esterna io mando ciò che scrivo al quotidiano Affari Italiani ed è poi la redazione che sceglie in autonomia le immagini, come avviene in gran parte delle testate… mi sembrava corretto specificarlo in virtù della professionalità che cerco di mettere in tutto quello che faccio. Un saluto maria teresa (segue faccina, ndr)”.  
Ok, facciamo una cosa, prendiamo per buono quello che dice (uhhhh non ci riesco tanto!).
E allora permettetemi di analizzare il testo:

-   “Non chiamatele semplici blogger”Ma noi siamo blogger!!! È come se un medico neurologo si offendesse se si sentisse chiamare solo medico, abbiamo una specializzazione, “food” è il nostro argomento, ma nel concreto siamo sempre e comunque BLOGGER!

-    “Un esercito (…) Spesso, vere e proprie star del web, scrivono di cibo facendo concorrenza ai cuochi più famosi. (…) si sono inventate una professione, trasformando la loro vita e “sfidando” gli chef più blasonati come Carlo Cracco, Davide Oldani, o Filippo La Mantia, nomi altisonanti nel panorama dell’enogastronomia, proprietari di ristoranti frequentati da vip e gente con il naso all’insùNon siamo un esercito, siamo una comunitàNon credo che ci sia antagonismo tra noi e gli chef "blasonati"... offriamo un altro tipo di servizio. Parliamo di noi, uniamo ai piatti la memoria di episodi più o meno allegri, più o meno buffi, più o meno seri. Ognuno di noi, femmina o maschio che sia, incarna un determinato tipo di essere umano che viene raccontato attraverso le ricette proposte, diamo consigli (o almeno ci proviamo) per come riuscire a sopravvivere ai tempi odierni riuscendo a cucinare qualcosa di sfizioso, sano, innovativo o tradizionale. Siamo studentesse/i alle prime armi, lavoratrici/ori con poco tempo, mamme e papà con tante boccucce (anche capricciose) da sfamare, amiche/i che vogliono stupire, uomini e donne con intolleranze alimentari che vogliono continuare a mangiare con piacere e creatività, siamo single, sposate/i, fidanzate/i, vedove/i, sane/i e malate/i… Siamo quasi tutte le sfaccettature di un possibile essere umano (considerate le debite esclusioni). 
      p.s. tra i foodblogger ci sono anche chef ;p

-   “Sono i food blogger o meglio le food blogger”
     No! Siamo le ed i  foodblogger!!!

Affianco all’articolo, sotto una delle foto incriminate, si scorge una domanda, nonché link, ad un forum, vi consigli odi andare a leggere qualche commento, è un modo per capire se questo articolo spiega davvero questo mondo: Forum/ Ti fidi delle "food blogger"?

Vi consiglio un articolo che mi ha fatto davvero piacere e che ritengo anche abbastanza valido e decisamente più veritiero: I food bloggers ci salveranno! 


Adesso passiamo alla parte “divertente”, volete davvero sapere com’è una foodblogger tra i fornelli? Intanto sbirciate qui, si tratta di una bellissima iniziativa messa in atto dopo la lettura del suddetto articolo da parte di Claris di Cooking planner: Sotto il vestito blogger.

Ed ecco le miei “meravigliose” mise:
Attenta...
... e preoccupata!

Decisamente sporca di farina, cioccolato e quant'altro...


Perennemente bruciata!

Decisamente con jeans, scarpe da tennis e super grembiule!!!
 Ma il modo in cui mi preferisco è questo:

Assaggiatrice...
... e spazzolatrice di piatti!
Ma voi immaginatemi così ^_^


 ***Gialla***

AGGIORNAMENTO del 05/04/2011
Ecco com'è andata a finire :D
Qui la sfilata (atto primo) proposta da Claris
Qui una bella soddisfazione firmata "Scatti di gusto"
Buona lettura!!!




31 commenti:

  1. Forse abbiamo dato anche troppo spazio a questo articolo che non so in quanti avrebbero letto senza i nostri commenti :-) Le foto però sono deliziose, soprattutto quelle in cui mangi, la vera passione di una food-blogger che si rispetti!


    Ciaooooo!

    RispondiElimina
  2. e qundo ci vuole ci vuole!Punto e basta!!!ahahahaha troppo forte Ornella. Un bacione.

    RispondiElimina
  3. ciccina, mi piaci preoccupata, infarinata,in jeans e 'na maglietta, ustionata e spazzolatrice di piatti!! anche paperina!!

    RispondiElimina
  4. ok...applausi a scena aperta!!!!
    Senti, (a parte che condivido che anche l'articolo avesse dei pezzi decisamente fuorvianti...che di noi scrive con l'inmtenzione di sfidare chef..dD solo lo sa!)...ma tu hai il valore aggiunto: la bruciatura!!!!non ci avevo pensato! geniale!

    RispondiElimina
  5. Brava! Bellissimo post, bellissime foto e bellissima bruciatura ;-) un classico!!

    RispondiElimina
  6. Condivido su tutta la linea il tuoa approccio analitico, da vera ricercatrice... e ti adoro in tutte le versioni... e con la bua sei sublime!!! :)
    Baciiiiiii bellezza!!!

    RispondiElimina
  7. le tue simpaticissime foto parlano più di qualsiasi risposta....accipicchia.....ma quell'ustione è un vero e proprio marchio, attenta.... non vorrai rovinare le tue mani da perfetta blogger!!! ;-)) ciauzzzzz

    RispondiElimina
  8. ....E' possibile che io scopra SOLO OGGI il tuo blog?!?
    Mentre mi cospargo il capo di cenere (e penso a cosparger la spianatoia di farina) vado ad aggiungermi ai tuoi Followers!

    A presto! E buona Domenica!
    Elisa

    PS: Son d'accordo su tutti i punti della tua analisi. Al 100% e anche di più!

    RispondiElimina
  9. Buongiorno ragazze!
    guardate un pò dove siamo finite (sono soddisfazioni, cavoli)?
    http://www.scattidigusto.it/2011/04/04/sotto-il-vestito-blogger-ecco-le-foodblogger-ricoperte-di-cioccolato/
    Che ne dite di postare una "comunicazione a blogger unificate" per segnalarlo :) ?

    RispondiElimina
  10. brava brava bravissima..concordo pienamente :)) e tu sei l'incarnazione perfetta della food blogger ^_^

    RispondiElimina
  11. Concordo pienamente con te e sottoscrivo ogni tua parola ^_^
    Buona giornata

    RispondiElimina
  12. sempre attuale questo post!! :) concordo su tutto!

    RispondiElimina
  13. Glasses style selection not only stylish points, beautify the face compared to plastic?
    Cat eyes: captivating and enchanting
    The describe also has the retro blowing wind, the big face girls may consider. Of course , the cat's eye is divided into a number of types, Fake Ray Ban Sunglasses
    like a cat framework tilt at both finishes of the ears, the girls can pick more exaggerated Cheap Ray Bans UK
    shapes in order to dress up your.
    Transparent border associated with brown Cheap Ray Ban Glasses
    cat eye glasses to Cheap Ray Ban Glasses
    make the overall shape more contemporary shine.
    Of course , want to warp a little, you can choose to point the ends of a a bit more, in the picture on the lip area, more sexy charm.
    GARBAGE Eyewear ($58)
    Shield Glasses: Ray Bans UK
    mysterious and cool
    From the beginning of 2000 Ray Ban Outlet
    and the lso are Shield sunglasses, as if the protective mask. This year the most popular streamline on the border with different create a mysterious and neat feeling.
    Light coffee looking glass is ray bans sunglasses
    more suitable for girls having fair skin.
    Metal shape has a sense of potential.
    Givenchy ($325)
    Color accessories: avant-garde and stylish
    Not all sun shades have to be dark and secret, and colored lenses assist you to see more of the world! Together with the wear of the color considerably more beautiful.
    Even if it is all of black wear, Oakley sunglasses wholesale
    with a tinted glasses can increase the system highlights.
    ASOS ($19)
    Light frame: glamorous and elegant
    Exquisite white, even a simple light sunglasses, also can let you get to be the goddess immediately turned shiny and brave.
    If the shape is white + Black color lenses, then more neat.
    To be avant-garde and stylish, should not conservative.
    Raen ($105)
    Living space age: the future
    Remember some time since, some time back Rihanna endorsement of the Dior sunglasses?! This is the trend with the season, have a heart to get started!
    Whether it is a laser as well as black, wearing the shape is overwhelming trend.
    Gold Sun shades for bloggers this system LOOK out of the limelight.

    RispondiElimina

Grazie mille per la visita!!!

Lascia pure un commento, un'opinione, un saluto o qualsiasi altra cosa ti stia passando per la mente ^_^

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...