domenica 26 maggio 2013

4x7 Cena a La Gazza Ladra con gli chef David Tamburini e Pier Giorgio Parini

In cucina, come nella vita, ci sono esperienze da non lasciarsi scappare e nuove sensazioni da vivere.

Sto per raccontarvi d'esperienza vissuta alla cena 4x7 tenutasi mercoledì 22 maggio a La Gazza Ladra a Modica.

Sino a pochi mesi fa, al timone di questo ristorante stellato trovavamo Accursio Craparo (vi avevo già parlato di un suo splendido piatto presentato due edizioni fa al Cous Cous Fest) ora chef de La Locanda del Colonnello; oggi il testimone è passato a David Tamburini, chef toscano, ma decisamente ben integrato con il territorio siciliano che è chiamato a dover mantenere lo standard della "rossa" per riconfermare la stella (quando uno chef va via la stella Michelin decade qualora il nuovo chef non mantenga la qualità richiesta).

4x7, ovvero 4 mani per 7 piatti... 
Considerando che Tamburini non è ancora un mutante, di chi saranno state le altre due mani? (ok, lo potete leggere nel titolo del post, ma reggetemi il gioco) Di Pier Giorgio Parini, chef dell'Osteria del Povero Diavolo.

Tamburini e Parini si dichiarano amici ben affiatati e a mio modesto parere ciò si è potuto evincere dal menu. Ognuno di loro ha realizzato un piatto diverso, l'uno ben connesso all'altro; il filo conduttore? Da sociologa direi proprio il loro affiatamento e la sinergia che ne scaturisce, da degustatrice lo identificherei nell'affumicato e nel fermentato.

L'elemento caratterizzante e di rottura di tutta la cena, però, è stata la scelta di far pasteggiare i commensali con succhi, tè ed infusi. Da gran consumatrice di questo tipo di bevande e da amante delle novità (e queste, per noi italiani, lo sono) posso esserne stata colpita solo positivamente, al contrario di qualche commensale un po' più "classico" che avrebbe preferito la sua amata bottiglia di vino. Ma il bello della cucina è anche questo: giocare con chi siede al tavolo e coinvolgerlo quanto più possibile, come ben afferma David Tamburini.

Riguardo i nomi dati ai piatti in menu, la particolarità sta nell'usare i nomi degli ingredienti principali; il perché è presto detto: la voglia di far sapere al commensale i gusti che gli solleticheranno il palato lasciando l'effetto sorpresa del modo in cui tali ingredienti si presenteranno realmente nel piatto.

Basta parole (almeno per il momento), ecco una breve carrellata fotografica dei piatti degustati alcuni dei quali presenti tuttora in carta (perdonate la qualità degli scatti, ma l'illuminazione non era delle migliori):


Patata, scarola, acciughe 
Piatto di David Tamburini 

(particolarità: la patata non è intera, bensì scomposta in buccia resa particolarmente croccante e farcita dal suo contenuto sifonato)
Bevanda d'accompagnamento: Pizzuta metodo classico 
(latte di mandorla fermentato)

Seppia, pomodoro, origano
Piatto di Pier Giorgio Parini

(particolarità: il pomodoro è l'acqua che vedete sul fondo del piatto, irriconoscibile alla vista, ma assolutamente identificabile al gusto)
Bevanda d'accompagnamento: Genmaicha

Sgombro all'agro, cavolfiore, tuorlo d'uovo
Piatto di David Tamburini 

(particolarità: il tuorlo così trattato risulta particolarmente burroso e perfetto per accompagnare il gusto pungente dell'aceto)
Bevanda d'accompagnamento: Genmaicha

Cappelletto di mago e capperi
Piatto di Pier Giorgio Parini

(particolarità: il magro? Non è carne, al loro interno solo mandorla!)
Bevanda d'accompagnamento: Pu-erh


Paddunedda melanzane e menta
Piatto di David Tamburini 

(particolarità: anche in questo caso, niente carne, al suo posto ricotta!)
Bevanda d'accompagnamento: Pu-erh

Cetriolo al gelsomino, pescatrice e fagiolini
Piatto di David Tamburini 

(particolarità: i fagiolini quasi crudi che si sposano perfettamente col gusto del cetriolo)
Bevanda d'accompagnamento: Rosato di ibisco 
(infuso in acqua frizzate fredda con l'aggiunta di ciliegia)

Maiale nero, gelsi banchi, bietola
Piatto di Pier Giorgio Parini

(particolarità: i gelsi acidulati)
Bevanda d'accompagnamento:  Rosato di ibisco 
(infuso in acqua frizzate fredda con l'aggiunta di ciliegia)

Nespole, olio e finocchietto
Piatto di Pier Giorgio Parini

(particolarità: l'interno delle nespole con crema inglese all'olio)

Ciliegie al vino rosso
Piatto di David Tamburini 

(particolarità: il biscotto alla base alla carruba)

Accursio Craparo rientra a pieno titolo tra i miei chef preferiti, ma la passione ed il sorriso in cucina dimostrato da David Tamburini credo possano essere validi elementi perché il prestigio gastronomico de La Gazza Ladra possa ancora regnare.

In questo post ho citato davvero poche volte  Pier Giorgio Parini, le altre due mani presenti in cucina, ma solo perché a livello di comunicazione interpersonale non è emerso, la sensazione è che sia particolarmente timido o, forse, semplicemente super stanco (era la prima volta che lo incontravo e c'è da dire che era arrivato in terra modicana la stessa mattina della cena); quello però che si evince dai piatti da lui presentati è il rispetto, come nel caso del suo collega, per la materia trattata nonostante la creatività.

Personalmente ho apprezzato molto la cena e sono felice di come David TamburiniPier Giorgio Parini, rispettivamente toscano e romagnolo, hanno dimostrato di conoscere bene i prodotti siciliani, ma soprattutto sono riusciti a valorizzarli.

Da siciliana mi sento solo di ringraziarli!


La Gazza Ladra
www.ristorantelagazzaladra.it
Via Blandini, 5 - 97015 Modica (RG)
Tel e Fax 0932 755655 - info@ristorantelagazzaladra.it 
Aperto solo la sera | Sabato, Domenica e festivi aperto anche a pranzo 

Giorno di chiusura: Lunedì

8 commenti:

  1. uh che bella serata ....che bel momento che bella cena che bell'incontro e che bell'articolo :*

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Una cena davvero particolare. Non sapevo che alcuni pasti potessero addirittura essere accompagnati da the e infusi. Di sicuro sarà stata ad altà digeribilità :-)

    RispondiElimina

Grazie mille per la visita!!!

Lascia pure un commento, un'opinione, un saluto o qualsiasi altra cosa ti stia passando per la mente ^_^

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...