mercoledì 27 febbraio 2013

MONTHLY PLANNER #2 MARZO 2013: gli eventi enogastronomici ed il PDF da scaricare per segnarli


MONTHLY PLANNER #2 MARZO 2013
Dunque dunque, febbraio è già finito ed io non me ne sono nemmeno accorta!

Questo mese l'ho vissuto come in una vita parallela, di certo le due settimane passate a Milano hanno decisamente contribuito. Tantissimi gli eventi che hanno caratterizzato quei giorni, così come sono state tante le persone incontrate, avete letto gli aggiornamenti in tempo reale su Twitter? No? Peccato! Vorrà dire che vi toccherà aspettare qualche accenno qui sul blog (p.s. seguire gli eventi via social network è un'esperienza unica, se non l'avete ancora provata, correte ai ripari! Vi ricordo che sia su Twitter che su Instagram mi trovate come @giallafornelli).


Tanti gli eventi enogastronomici e le ricorrenze di marzo:


Questi i principali eventi, se siete a conoscenza di altri SEGNALATELO nei commenti e aggiornerò tempestivamente il post!
Intanto vi lascio il PDF da poter scaricare gratuitamente dove potrete segnare tutti gli appuntamenti di vostro interesse!

MONTHLY PLANNER #2 MARZO 2013
scarica il PDF




Buona programmazione di marzo a tutti ^_^
***Gialla*** 

sabato 23 febbraio 2013

Grissini di pasta brisée e barbabietola rossa

Grissini di pasta brisée e barbabietola rossa

Voglia di realizzare dei grissini in casa e che abbiano anche un tocco di colore?
Oggi vi propongo questi gustosissimi e davvero originali grissini di pasta brisée e barbabietola rossa.

Sono nati così per caso dagli avanzi di una quiche. 
Il grado di difficoltà della preparazione varia in base al tipo di ingredienti che sceglierete. 
Se avete pochissimo tempo a disposizione potete comprare la pasta brisée che trovate già pronta nel banco frigo così come le barbabietole precotte (questa soluzione è perfetta per cene improvvisate o per chi ha poca voglia di mettere le mani in pasta).

Grissini di pasta brisée 
e barbabietola rossa

Ingredienti
  • 200g farina 00
  • 100g burro
  • 70 ml acqua molto fredda
  • 70 g di barbabietola cotta a vapore
  • pepe nero q.b.
  • sale q.b.
  • farina di rimacinato q.b.

In una terrina amalgamate alla farina, il burro freddo tagliato a pezzetti ed iniziate ad amalgamare il tutto sino a creare un composto sabioso; aggiungete poi l'acqua e riprendere ad impastare. Rovesciate il composto su un piano e continuate ad impastare sempre stando attenti a non riscaldare troppo l’impasto.
*Tagliate la barbabietola a cubetti molto piccoli ed amalgamateli all'impasto.
Quando il tutto avrà raggiunto una consistenza omogenea e liscia, avvolgete la pasta con della pellicola e fatela riposare in frigorifero per almeno 30 minuti (io di solito inizio a lavorarla quando al tatto risulta abbastanza dura).
Trascorso il tempo, stendete la pasta con il mattarello raggiungere lo spessore di 1 cm circa, ricavate delle stricioline, salate e pepatele in superficie e rotolatele su un piano cosparso di farina di rimacinato dando loro una forma cilindrica. 
Disponete i grissini su una teglia rivestita con della carta forno ed infornate a 180° per una decina di minuti o finché non risulteranno dorati. 
Usciteli dal forno, levateli dalla teglia e fateli raffreddare su una graticola.


Note:

  • sono ottimi per accompagnare formaggi freschi e yogurt greco;
  • sta a voi decidere l'aspetto finale dei vostri grissini, più la forma sarà irregolare più avranno un aspetto rustico;
  • sempre per un maggior aspetto rustico, potete sostituire la farina di rimacinato con quella di mais, ma perderete un po' del colore caratteristico di questi grissini "in rosa";
  • se l'impasto dovesse risultare troppo asciutto aggiungete un po' d’acqua fredda (procedete un cucchiaio per volta;
  • *se state utilizzando l'impasto già pronto, iniziate la ricetta da questo punto.

mercoledì 13 febbraio 2013

Per San Valentino io quoto la ricetta di Cupido

San Valentino sì... San Valentino no... voi pensate a lui che io penso a Cupido. Quel bimbetto dispettoso a cui sono tanto legata... che ridere quando sbaglia, quando le sue frecce fanno incontrare individui che vanno a dare vita a coppie buffe. Avete presente? Lui bassissimo le altissima, lui bellissimo e lei bruttissima, lui stronzissimo e lei cotta stracotta quasi sfatta e tutte lee altre possibili combinazioni. 
È dispettoso quanto lo è in generale l'amore... quel sentimento che in se racchiude tutti gli altri. Io amo e sono felice di farlo, ma suvvia... mica è sempre tutto rosa e fiori, dove starebbe il bello altrimenti? Sarebbe una noia mortale se tutto filasse sempre liscio, se lui non fosse testa in aria scordando quella data cosa che lei gli ha detto un milione di volte; se lei non fosse la solita rompiscatole paranoiaca che... ripete quella cosa un milione di volte.  Lo so che oggi i social network e in generale le bocche delle persone saranno piene di frasi come: "oggi è la festa degli innamorati"; "oggi è un giorno come gli altri"; "se ami è sempre San Valentino"; "se ami sei un cretino... (ops, m'è scappato!)"... io vi dico solo di fare quello che più vi lascia sereni e soprattutto di amare. Amare qualsiasi cosa, sia essa animata che non, sia che si tratti di un amore fraterno o viscerale perché sono certa che amando si vive bene e vi auguro con tutto il cuore di essere appagati da tutto questo diapensamento d'amore!!!  La ricetta di oggi? Semplice: cucinate qualsiasi cosa vi faccia stare bene; non importa che abbia al suo interno ingredienti particolarissimi o preveda una preparazione super complessa, anche da un'apparente accozzaglia può uscire fuori qualcosa di meraviglioso (parola di Cupido)! L'importante è che cuciniate con amore perché, ricordate, la prima persona a cui dedicare gesti romantici e premurosi siete voi e solo voi!!!

Buon San Valentino a chi ci tiene e buon amore perenne a chi non ama questa festa ^_^
***Gialla***

sabato 9 febbraio 2013

La Pignoccata (palermitana) di mamma

Questo è stato forse il primo dolce che ho preparato con la mia mamma. Si tratta, come nel caso dell'arista di maiale al Brandy per esempio, di uno dei suoi cavalli di battaglia. 
La sua versione è stata sempre molto amata da amici e parenti tanto da essere richiesta non solo nel periodo di Carnevale, ma un po' durante tutto l'anno; una versione che non ho mai ritrovato in nessun'altra famiglia: impasto semplicissimo fatto solo di uova e farina, palline piccole e croccanti e l'amalgama di miele e zucchero ben caramellata. 
Certo, occorrono denti forti, ma che piacere mangiarla!!!

La Pignoccata (o Mpagnuccata) è un dolce tipico siciliano inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf). 

Il suo nome deriva dalla forte somiglianza con una pigna (anche se, a dirvela tutta, quella della mia mamma a me ha sempre ricordato un gruzzoletto di pepite d'oro *.*) .

Approfitto del post per fare una piccola comunicazione familiare: "mamma, so che stai leggendo... vedi di farmene trovare un po' quando tornerò da Milano ;)".

Detto ciò... se mamma dovesse esaudire il mio desiderio... vi prometto che ve ne lascio un pochino (dal 20 in poi potreste trovarla!); se non riuscire ad aspettare... eccovi la ricetta per farla da soli! Se, invece non avete alcuna voglia di farla voi, né di aspettare che io torni... mandatemi un'e-mail che vedo di chiedere a mamma se ve ne prepara un po' in anticipo ;p

venerdì 8 febbraio 2013

FoodCamp 2013: un appuntamento per parlare di foodblogging e del "manifesto" futuro legato a questo mondo

Oggi, 8 febbraio, alle ore14 presso i locali di Fiori e Fornelli a Milano, prenderà vita il FoodCamp, evento al quale parteciperanno 100 foodblogger che, oltre a ritrovarsi per discutere di alcuni tra i principali temi legati al mondo del foodblogging (scelti tramite votazione online), gettaranno le basi per il primo "Manifesto dei Foodblogger" che sarà poi redatto ed uficializzato in occasione della FoodBlogFest di giugno 2013; insomma... io ed altri 99 foodblogger, quest'oggi, daremo vita ad una piccola assemblea costituente (non eletta... prima che qualcuno si offenda!), speriamo solo che non ci sia nessun "Andreotti" della situazione ;p

Ideatori dell'iniziativa sono Ilaria Mazzarotta, Gianluca Neri e Paola Sucato aka Ci_polla (foodblogger e foodwriter, organizzatori, consulenti e menti del BlogFest).

Ecco gli argomenti di cui si discuterà ed i relativi relatori:

Foodphotography – con Claudia Castaldi (www.claudiacastaldi.com, www.tourdefork.net)

SEO for food – con Tiziano Fogliata: consigli, tecniche e strategie per i food blogger.

Social App & Food - con Simone Tolomelli, sulle virtuose combinazioni di editoria, social network e branding,

Osate senza posate - con Giorgia Fantin: bon ton del finger food (e dintorni)

Tecniche di cucina – Eugenio Boer, chef  del ristorante Enocratia di Milano, con segreti presi dal ristorante da riprodure nella  cucina di casa

Tutto il materiale che verrà estrapolato dall'incontro sarà messo online in modo da essere consultato da tutti gli interessati :D
Per essere aggiornati in tempo reale seguite il profilo Twitter @foodcamp_it e l'hashtag ufficiale #FoodcampMI

Buon foodblogging a tutti ^_^
***Gialla***

venerdì 1 febbraio 2013

MONTHLY PLANNER: organizziamo febbraio con un nuovo PDF da scaricare

MONTHLY PLANNER calendar febbraio 2013
Mentre vi scrivo sono in uno stato parecchio comatoso, ho sonnissimo, ma sono allo stesso tempo piuttosto serena. La mia stanchezza è data da tutto ciò che mi trovo a fare in questi giorni, mi aspetta un mese ricchissimo di impegni, sia lavorativi (evviva!!!) che ricreativi (evviva bis!!!); partirò alla volta di Milano il 7 febbraio e tornerò a casa a Palermo solo il 20 sera dello stesso mese. Quasi quindici giorni per godere di tantissimi eventi che per fortuna accadono tutti in giorni molto vicini tra loro. Si inizierà con il FoodCamp (giorno 8 - momento di incontro tra foodblogger e addetti del mondo del web e della cucina) per continuare poi con il MilanoFOOD&WINEFestival (nei giorni 9-10-11), Identità Golose Milano (nei giorni 10-11-12), gli incontri #MirrorSlurp al Mirror Restaurant dell’hotel The Hub (nei giorni 14-15) e la Social Media Week (dal 18 al 22, di questa perderò gli ultimi due giorni).
Aggiungete a tutto questo i momenti da passare con amici che non vedi da tanto tempo... e via, il gioco è fatto!

Proprio tutto questo dover decidere, organizzare, segnare, confermare, disdire mi ha fatto venire in mente di realizzare dei file PDF che mensilmente vi metterò a disposizione

Direte voi, ma il calendario del cellulare? Lo uso tanto... ma, come vi raccontavo qui, ho sempre bisogno di scrivere a mano le cose e soprattutto di vederle "in grande" e possibilmente di averle ben visibili quando sono seduta alla scrivania. 

Direte nuovamente: "ed il caro vecchio calendario bicolore con i santi da appendere al muro?". Siate sinceri, leggendo i miei post vi sembro mica una persona normale? No! Ero partita con l'idea di realizzare un anonimo calendario mensile con Excel... poi ho iniziato a modificare i caratteri, poi i colori... sino ad arrivare a personalizzare del tutto il file =)


Se anche voi vi ritrovate in queste piccole manie... che state aspettando: 
scaricate, stampate ed... ORGANIZZATE il vostro febbraio!


scarica il PDF

Buona organizzazione di febbraio a tutti ^_^
***Gialla***

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...