sabato 29 dicembre 2012

Infuso della buona digestione: limone, zenzero e alloro per un inizio d'anno senza "pesantezza"


Eccomi tornata a scrivervi, lo so, in questi giorni sono stata latitante, ma gli ordini per i biscotti di Natale e la voglia di rilassarmi un po' coccolandomi con i film natalizi visti sul divano con mamma e Saponetta mi hanno tenuta lontana dal blog, ma non dai social network... e chi mi segue su Facebook, Twitter e Instagram è stato tempestato di foto di piatti, messaggi di auguri e burlonate di famiglia ;)

Inoltre, dato che il mondo non è finito... e dopo qualche giorni di puro rilassamento è arrivata l'ora di rimettermi in moto, sono qui alle prese con la valigia per un viaggio che io e Nannao aspettiamo di fare insieme a molti, moltissimi anni... direzione Parigi!


Siamo pronti ad affrontare il freddo gelido, la folla di turisti italiani e non, i negozi chiusi e le bottiglie in testa durante il brindisi della mezzanotte tra il 31 e l'1 (almeno, questo è lo scenario che amici e siti web descrivono a chi vuol passare in questo luogo gli ultimi ed i primi giorni dell'anno!). Siamo pronti perché tanto sappiamo che saremo insieme... e che andremo a Disneyland ;p ahahahahah

Non ho mai amato festeggiare il Capodanno, sarà come vi ho già spiegato qui e qui  per il fatto che giorno 1 è anche il mio compleanno. C'è però qualcosa nell'aria che mi dice che questa volta, salutare il 2012 e dare il benvenuto al 2013 , potrebbe rivelarsi... magico

Mi sento positiva, quest'ultimo anno si sta concludendo sempre meglio ed io, che sono una gran curiosona, non vedo l'ora di "scartare" i giorni che verranno come farebbe una bimba con i regali il giorno di Natale.

Però, per assicurarmi che non entrino con me nel nuovo anno influssi negativi e momenti non belli e pesanti, per precauzione, bevo un litro di infuso della buona digestione ;) così da essere leggera a pronta alle belle sorprese!

Infuso della buona digestione
limone, zenzero e alloro

giovedì 20 dicembre 2012

Infuso energizzante arancia, mela e cannella da "fine del Mondo"!

Infuso energizzante arancia, mela e cannella


Moriremo tuttiiiiiii!!! 
Nono... fermi, a quanto pare hanno rettificato, non moriremo tutti; accadrà qualcosa di molto molto brutto...

Mmm un paio d'idee le ho in mente... una su tutte l'ho proprio vista materializzarsi in TV proprio in questi giorni! 

Pare che sia scappato un elfo di Babbo Natale e che sia andato a parlare delle sue disgrazie dalla Befana. Ditemi voi se vedere un elfo triste non sia preludio della fine del Mondo!!!

Menomale che ci sono i cartelloni pubblicitari dei supermercati a dirmi di fare provviste... ma secondo voi, patatine e cioccolato vanno bene? 


Come, come? Dite che non danno il giusto apporto calorico? Dite che rischierei di diventare tutta ciccia e brufoli e che non potrei piacere agli elfi tristi conquistatori del nuovo mondo? Uhm, vabbé... allora aspetterò l'ora X con un infuso, magari energizzante con arancia, mela e cannella così da essere pronta all'effetto Cialis dei futuri abitanti.

E se poi il Mondo non dovesse finire? Se non succederà nulla di "brutto"? Vorrà dire che ne preparerò altro per regalarlo a Natale e berlo tutti insieme sotto l'albero ;p

Infuso energizzante arancia, mela e cannella

Infuso energizzante arancia, mela e cannella

Quest'infuso può essere preparato sia con gli ingredienti freschi che essiccati.
Sia se decidiate di usarli freschi che secchi dovrete: mettere in infusione si la polpa che la buccia della mela ed eliminare la parte bianca dalla scorza dell'arancia.

Essiccazione (perfetta se volete realizzare dei vasetti regalo o conservare il vostro infuso anche per quelle giornate dove potreste essere sprovvisti degli ingredienti freschi):
  • disponete le scorze d'arancia su una placca da forno e lasciatele asciugare in forno (ventilato) per circa 4-5 ore a 70° C;
  • tagliate la mela privata del torsolo in fettine sottili (ho usato la mandolina), disponetela su una placca ricoperta con carta forno e lasciate asciugare in forno (ventilato) per 5-6 ore a 70° C (io le ho spolverizzate prima con della cannella in polvere).


Proporzioni:
  • 1 scorza d'arancia
  • 1 mela Deliziosa
  • 1 stecca di cannella
  • (cannella in polvere a piacere da spolverizzare sulle mele se da fare disidratate)
Se avete scelto la versione con gli ingredienti essiccati, una volta che questi saranno pronti, spezzettateli in pezzetti molto piccoli e riponeteli in un barattolo con chiusura ermetica.

Dosi per tazza:
  • per ogni 250 ml d'acqua bollente, 2 cucchiaini di preparato
  • zucchero q.b.


Buona attesa della fine del Mondo e buon infuso a tutti ^_^
***Gialla***

venerdì 14 dicembre 2012

Fiocchi di neve e biscotti alla panna profumati agli agrumi glassati


A Palermo (città), da quando io sono in vita, ha nevicato solo una volta... "nevicato" è anche un eufemismo se vogliamo... insomma, è cascata giù una buone dose di ghiaccio tanto da imbiancare le strade. Niente di soffice e duraturo; quando provavamo a tirarci le palle di neve ci facevamo decisamente male (erano dure quanto una pallina da baseball) e il minuscolo pupazzo realizzato con gli altri bambini durò sì e no mezz'oretta prima di sciogliersi completamente.

Nelle montagne vicine la neve arriva, ma io non sono mai andata, pensavo: uff... il freddo non mi piace e non ho alcuna voglia di andare a comprare tuta e scarponi per usarli una sola volta l'anno... meglio restare al chiuso davanti una bella cioccolata calda!


Poi, lo scorso anno, mi sono ritrovata a Milano per Identità Golose e lì sì che ho visto la neve, l'ho anche toccata mostrando a tutti il mio viso che iniziava a fare tutte quelle strane espressioni di stupore tipiche dei bambini.

Nella mia città è più facile che per Natale si stia con le maniche corte in spiaggia che stare a giocare con la neve... e così, quest'anno, i fiocchi di neve li ho fatti io, sia commestibili che no (di questi ve ne parlerò tra qualche giorno, chi mi segue qui ha già avuto un'anteprima ;p)!

I biscotti che vi propongo oggi sono stati realizzati con una frolla golosissima alla panna  profumata agli agrumi e glassati con ghiaccia reale al limone.

Va da sé che questo impasto può prendere qualsiasi forma ed essere decorato in qualsiasi modo; in generale, io lo preferisco glassato di bianco in quanto il candore della frolla cotta rende il tutto più elegante.

La scelta di usare gli agrumi nasce dalla voglia di stemperare la loro burrosità.

Si prestano benissimo per accompagnare una buona tazza di sia esso un Earl Grey che un Lady Grey :)

Presentateli durante un pomeriggio di festa, magari durante lo scambio di regali con gli amici; usateli come segnaposto o come centrotavola magari disposti su un'alzata trasparente; o, più semplicemente, regalateli o pappateli ;p


Biscotti alla panna profumati agli agrumi glassati


lunedì 10 dicembre 2012

I biscotti di Babbo Natale: Rice Krispies Chocolate Chips Cookies


Rice Krispies Chocolate Chips Cookies

Ho sempre immaginato Babbo Natale come un gran lavoratore; pensate che fatica fare il giro di tutte le case del mondo in una sola notte, ma soprattutto cercare di esaudire quanto più possibile le richieste presenti nelle letterine... chissà quanti negozi avrà girato prima di trovare tutti i regali!!! 
Per non parlare, poi, della mia angoscia nel preoccuparmi delle peripezie che avrebbe dovuto affrontare per entrare nelle case dove non era presente un camino (come nel mio caso)... come avrebbe fatto? Sarebbe entrato dalla finestra, oppure dalla porta? Avrei dovuto lasciar qualcosa di aperto? La risposta arrivò da papà: "lo aiuto io, non preoccuparti... tanto devo dargli una mano anche a montare i giocattoli!".

Sono sempre stata tanto riconoscente a quell'omino vestito di rosso, addirittura, arrivava a superare le mie aspettative... era come se mi leggesse nella mente (le orecchie di mamma e papà sono sempre più attente di quel che s'immagina! ;p )  

Era il 24 dicembre di tanti anni fa, credo di non aver avuto più di 5 anni, ero pronta per andare a fare la nanna in quella notte che sapevo sarebbe stata teatro di quel momento magico che attendevo da tutto l'anno. 
Quella sera anch'io volevo fare qualcosa per lui... magari qualcosa per ristorarlo prima che ripartisse alla volta di una nuova casa, così chiesi a mamma se potevo lasciargli un bicchiere di latte, un piattino di biscotti ed un paio di foglie di alloro (non si sa mai avesse lo stomaco delicato e avesse bisogno di preparare qualcosa di caldo per digerire così come faceva la nonna per me). Mamma non fece una piega e acconsentì... 

Gialla e "La Checca" ^_^
Oggi, che so che Babbao Natale non erano altro che mamma e papà, sento la mancanza di quella "favola" che vivevo da bambina... Quel momento magico nell'entrare in salone tenendo per mano Saponetta mentre ancora tutti dormono, scoprire quei giocattoli che aspettano solo noi per "giocare insieme" - "La Checca" la casa a misura di bambino e quella di Barbie, la tenda degli indiani, lo stiratore, i Lego... - e poi correre in camera da letto da mamma e papà e saltare sul lettone per svegliarli con la voglia di mostrare loro quelle meraviglie...che nostalgia!

La ricetta di oggi è proprio quella dei biscotti che ho sempre immaginato perfetti per quel piattino... a quel tempo furono usati quelli della Mulino Bianco :)

I biscotti di oggi arrivano direttamente dall'America, sono infatti quelli che preparava e che forse prepara ancora una cugina americana di mio papà, Julia . 
La ricetta fu data alla mia mamma proprio da lei, ecco la prova:

direttamente dall'agenda di mamma ^_^


Rice Krispies Chocolate Chips Cookies
Rice Krispies Chocolate Chips Cookies