domenica 31 ottobre 2010

Pollo alle mele e rosmarino


Ok, ormai lo sapete, il pollo è uno di quei miei parenti pennuti che non mi stanno eccessivamente simpatici, vuoi perché ingenuotto, vuoi perché alle volte è proprio insipido; però devo ammettere che proprio perché ingenuo mi permette di poterlo cucinare pian pianino come meglio credo (ah se fosse così facile anche con i parenti veri… quelli più che polli sono serpenti!!! -.-”). Ve l’ho proposto all’arancia e curry qui e annaffiato dalla birra qua. Oggi ve lo propongo in abbinato con un frutto che devo dire si addice perfettamente al concetto di “parentame”… la mela o pomo della discordia (manco stessi davvero cucinando un parente-serpente!).

Pollo alle mele e rosmarino


Ingredienti
  • ·       450 gr petto di pollo a tocchetti
  • ·       300 gr mela deliziosa
  • ·       Un’abbondante macinata di pepe 4 stagioni (nero, bianco, verde, rosa) o in alternativa solo quello nero
  • ·       Uno spicchio d’aglio
  • ·       ½ bicchiere d’acqua
  • ·       Rosmarino q.b.
  • ·       Olio q.b.
  • ·       Sale q.b.


Sbucciate le mele e tagliatele a tocchetti (in linea di massima della stessa dimensione di quelli del pollo).

Coprite il fondo di una padella (preferibilmente con i bordi alti) con un filo d’olio e fatevi soffriggere lo spicchio d’aglio tagliato a metà e privato dell’anima.

Aggiungete le mele e appena saranno dorate unite il pollo, fatelo rosolare per 5 minuti e unite il mezzo bicchiere d’acqua. Lasciate cuocere sino a quando il pollo non sarà cotto e le mele si saranno in parte sfatte creando così una salsa.

Terminate con il pepe, il sale ed il rosmarino.

Vi auguro di poter cucinare il vostro “pollo”
nel migliore dei modi ^_^
***Gialla***

P.s. con questa ricetta partecipo al contest di Araba Felice.
Si tratta di un contest che si presenta in modo davvero simpatico, ha predisposto un'intera commissione con tanto di ruoli che andrà a giudicare i vari piatti proposti. 
perché partecipo? Per due motivi: 1) perché è sempre bene dare un contributo (gli spunti creativi non sono mai troppi) e 2) perché lo ha proposto con un entusiasmo coinvolgente ^-^

giovedì 21 ottobre 2010

La fortuna va aiutata... previeni! Cuori rosa per la LILT


Questi biscotti sono la semplicità fatta persona, nulla di troppo difficile da realizzare, nulla di troppo elaborato da poter gustare, sono solo un pretesto per portare un po’ di rosa in queste pagine e per unire al tema del mio blog un tema che ormai accompagna la mia vita da quasi 11 anni.

Non è mai troppo tardi e non è mai superfluo aggiungere una voce in più al coro, così anche io voglio ricordare a tutte le donne e non che ottobre è il mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno.

Quello che però mi preme dirvi è che la prevenzione andrebbe fatta in qualsiasi momento dell’anno; a maggior ragione ogni volta che avrete un sospetto di qualche piccolo nodulo al seno non esitate a porvi nella difensiva e ad andare a fare qualche accertamento, qualsiasi età voi abbiate.
"La maggior parte dei tumori al seno non dà segni di sé fino a quando non raggiunge delle dimensioni tali da poter essere apprezzato al tatto. 
Oggi la diagnosi di tumore al seno può arrivare prima che il tumore risulti palpabile, attraverso esami diagnostico-strumentali semplici e poco invasivi" 
Non è che perché non avete raggiunto i 40 anni non è detto che possa non toccare a voi, non è nemmeno detto che ciò non possa accadere ad un uomo. Diamo spesso per scontato che questo male sia prerogativa di noi donne, ma non è così, il cancro al seno può colpire anche gli uomini, in minore percentuale, è vero, ma succede.

In ogni caso penso occorra sensibilizzare tutti, dal più piccolo al più grande, da più uomo alla più donna… in fondo non soffre solo chi si ammala, ogni componente della famiglia ne risentirà, tutti restano scottati da un’esperienza simile, nessuno escluso. C’è chi reagisce meglio e chi peggio, chi si ritrovare ad essere malato eppure deve essere lui/lei stesso/a a dover tenere alto il morale ad amici e parenti.

La mia famiglia è un esempio di come una diagnosi precoce abbia permesso di evitare spiacevoli conseguenze.

Io stessa questa sera mi recherò a fare un controllo in via cautelativa, niente mammografia dato che ho ancora 24 anni, ma un’ecografia che almeno per ora mi permetterà di dormire sonni sereni.

Per avere maggiori informazioni sull’argomento vi rimando ai contenuti reperibili sul sito della 17esima edizione della Campagna Nastro Rosa organizzata dalla LILT (lega italiana lotta contro i tumori) e dedicata alla prevenzione del tumore al seno www.nastrorosa.it 



Cuori rosa




Ingredienti
  • 300 gr farina
  • 80 gr olio evo
  • 80 gr zucchero 
  • 4 cucchiai pannai
  • 1 cucchiaio miele
  • 1/2 bustina lievito
  • 1 pizzico di sale
  • 4 cucchiai sciroppo di amarena

Lavorate l’olio e lo zucchero in modo da ottenere una crema ben montata. Aggiungete la panna, lo sciroppo, il miele, il pizzico di sale e per ultimi la farina ed il lievito. Lavorate lentamente fino ad ottenere un impasto omogeneo; questo risulterà abbastanza modellabile sia a mano (come ho fatto io) che utilizzando la “spara biscotti” .
Se volete un biscotto da inzuppo, lasciateli alti quasi 1 cm, se invece  li volete croccanti da sgranocchiare allora calcolate un’altezza di circa 5 mm.
Cuocere in forno a 180° per circa 8 minuti.



Buona prevenzione a tutti
***Gialla***

giovedì 7 ottobre 2010

Basmati alle verdurine e curry


Qualche tempo fa girava tra i foodblog una raccolta dedicata ai “cibi della consolazione” , il primo pensiero che si ha è quello di pietanze dolci e leccorniose magari con qualche crema al cioccolato, nel mio caso è tutto il contrario, mi fiondo nel salato… anche se un cucchiaino di Nutella fa sempre il suo dovere!
Dovete sapere che una delle cose che mi piace meno fare è mangiare da sola, pranzo o cena che sia; la cosa mi mette tristezza, così quando ciò accade mi consolo mettendomi ai fornelli e cercando di preparare qualcosa di sfizioso e allo stesso tempo che mi tenga impegnata per un po’ (ovviamente non troppo) nella sua preparazione.
Lo scorso sabato a pranzo per un evento non troppo piacevole, ma per fortuna risoltosi senza gravi conseguenze, mi sono ritrovata nuovamente sola a pranzo.
Una delle cose che più mi piace fare in cucina, direi da quando ho imparato a tenere un coltello in mano, è quella di tagliare le verdure, le taglierei vita natural durante… taaaaanti tocchetti, rondelle, striscioline e quant’altro per tuttiiiiiiiiii!!! Quale piatto mi permette di tagliuzzarne un po’ senza avere una cottura troppo lunga se non un bel piatto di Basmati con le verdurine? Già vi ho parlato di questo riso qui, di quanto mi piaccia e della sua versatilità, caldo freddo non importa per me batte tutti i tipi che ho provato sino ad ora (mai dare limiti alla provvidenza!).
Oggi vi propongo la versione col curry.

Basmati alle verdurine e curry




Ingredieti (1 porzione)

  • 1 tazzina da caffè di riso Basmati
  • ½ cipolla rossa
  • 1 zucchina genovese
  • 1 carota
  • 1  costa di sedano col ciuffo (una di quelle interne non troppo grandi - circa 4 cm - e chiarissime)
  • curry, olio, sale, peperoncino, mandorle, pinoli, uvetta q.b.


Fate lessare il riso in abbondante acqua bollente salata.

Questa volta ho preferito non fare soffritto per mantenere il sapore delle verdure grigliate. In una padella (il wok o similari vanno benissimo, ma se non l’avete potete usare una semplice padella antiaderente) già calda mettete il sedano, le zucchine e le carote tagliate in piccoli tocchetti, dopo circa un minuto aggiungete  la cipolla tagliata grossolanamente e lasciate che gli zuccheri delle verdure caramellino (sì, ok, lasciate che le verdure risultino arrostite)  spegnete il fuoco e salatele solo una volta pronte.

Quando il riso sarà cotto scolatelo e unitelo alle verdure nella padella. Fate saltare il tutto condendo con un filo d’olio, una punta di peperoncino, le mandorle, i pinoli, l'uvetta ed il curry (io ne metto circa 2 cucciaini, ma qui dipende dal vostro gusto).

Ho guarnito il piatto con una foglia di sedano, qualche pezzetto di carota e delle fettine di zucchina arrostite al microonde con un filo d’olio e un pizzico di sale per 2 minuti a 600 W.


Buona consolazione a tutti ^_^
***Gialla***