martedì 22 giugno 2010

Prendiamo un caffè inseme un giorno di questi? Le sensazioni di un incontro


Ancora un giornata di pioggia e freddo (sì, lo so… 21° C non è poi così tanto freddo, ma per essere il secondo giorno di estate un po’ lo è , non credete?). Vuoi questa giornata un po’ scura, vuoi che ieri sera, grazie ad una bella fetta di torta gelato al caffè, sono andata a letto alle 3:45 a.m. mentre vi scrivo mi calano le palpebre sole sole.


Uhhh guarda, proprio ora è spuntato il sole, l’aria resta fresca, ma sento già che mi sto riprendendo! Il tempo si sarà reso conto che difronte al cibo è bene essere “splendente”.

Lasciatemi spendere due paroline su un incontro che ho fatto la scorsa settimana. Venerdì 18 c’è stata la presentazione del libro “Gustando l’Italia” di Alessandra di Menù turistico; si tratta di un libro che raccoglie due ricette caratteristiche per regione corredate da storie-sensazioni di viaggio per ognuna di esse e abbellite da particolari acquerelli. Oltre l’utilità delle ricette ed il piacere in toto il libro voglio sottolinearvi l’iniziativa collegata alla sua vendita, in quanto i proventi andranno in beneficenza alla Banca degli Occhi Melvin Jones. Per sapere di più sulla nascita di questo libro vi rimando al post della su annunciazione.


Io invece mi soffermo sulle sensazioni provate durante quel pomeriggio e metto le mani avanti e vi dico subito che sono certa che non riuscirò a farvi ben comprendere le sensazioni da me provate, ma ci tento.

Quando iniziai a scrivere sul blog lo facevo più per me che per altro, avevo letto almeno per un anno quelli di altri e mi convinsi che sarebbe stato bello provare a farne uno tutto mio, scrivevo per esternare la mia passione senza alcuna pretesa e senza troppa aspirazione a diventare conosciuta nella blogosfera. Sono passati più di due anni da quel giorno e sino a qualche settimana fa non avevo realizzato di essere riuscita a guadagnarmi uno spazietto, di avere realmente dei lettori che mi seguono, qualcuno che ricorda quello che scrivo o che prova davvero le mie ricette. Sono sempre stata spettatrice degli altri, non pensavo di poter essere un giorno anche io co-protagonista.

La consapevolezza di tutto ciò mi è arrivata pian piano grazie a piccole richieste di collaborazione (tenetevi pronti che tra un po’ partirà un bel progetto sulla birra insieme ad Assobirra), ad alcuni commenti ai miei post pieni di stima ed incoraggiamenti e mi commuovo quando qualcuno mi chiede di passare a leggere un blog nato da poco, perché mi ricorda me quando andavo a bussare con la mia piccola aluccia piumata alla porta dei foodblogger che tanto ammiravo.

Grazie a facebook ho potuto conoscere tanti miei lettori e tanti altri foodblogger, finalmente li ho “visti in faccia”, ma aimé sono una frana a ricordare e ad associare ognuna di queste al rispettivo foodblog.

Qualcun altro invece ci riesce benissimo, è Stefania di Cardamomo&co. Avete presente quando si dice, una “piccola forza della natura”? Ecco, lei lo è in toto, in realtà è una “grande forza della natura rinchiusa in un piccolo e tenero guscio di…” (nono scusate, stavo per scrivere il testo di una pubblicità, forse è meglio dire solo che è una “forza della natura”! :p). Mi spiego meglio, venerdì arrivo alla presentazione, riesco a trovare la sala e prima di entrare dico al mio fedele fidanzato che mi teneva l’aluccia: “piano, entriamo in incognita, mi vergogno tanto!”; si, molto in incognita, non faccio in tempo ad entrare che sento una voce squillante che dice: “Ornellaaaaaaaaaaa!!!”, doh -.-” mi hanno beccata! Era proprio lei, Stefania mi aveva riconosciuta, mi avvicino e mi saluta come se mi conoscesse da una vita e tutta felice mi dice: “aspetta che ti devo presentare Alessandra”. Tutte e due mi facevano grandi sorrisi che mi hanno subito fatta rasserenare :) poco dopo è arrivata Patrizia, anche lei mi ha riconosciuta e io… ovviamente non avevo riconosciuto nessuno! :(

Inizia la presentazione, Stefania è nel pallone completo, ride e piange allo stesso tempo, Alessandra le fa da spalla e tutte e due riescono a intrattenerci nel modo migliore possibile, sorrisi e discorsi “seri” si amalgamano benissimo come ingredienti che vanno a realizzare un piatto eccezionale.

Finita la presentazione ho modo di conoscere anche le atre foodblogger presenti: Cinzia di Dalle mie Dolci manine, Claudia di Scorza d'arancia ed Elena di La Montagna Incantata col suo meraviglioso pancione (scusatemi se magari non mi sono avvicinata prima, ma… mi vergognavoooooo, sono una babba, lo so! Però spero davvero come detto in quell’occasione di poter organizzarci e poter passare un po’ più di tempo insieme).

Stare lì con loro, essere una di loro è stato davvero bello!

Sono riuscita a trasmettervi un po’ delle mie sensazioni? Bohhhhhh?!?!?

Cosa si dice quando si risente qualcuno che non vedi da molto? Io a voi foodblogger e lettori direi questo: “prendiamo un caffè inseme un giorno di questi?”.

Dato che non è possibile ve lo offro virtualmente; anzi meglio, vi offro quello che ho inzuppato poco fa nel mio caffè.


Biscottini integrali alla cannella


Ingrdienti:
  • 150g farina integrale
  • 80g di zucchero di canna
  • 3 cucchiai di olio d'oliva
  • 1 pizzico di sale
  • 1 uovo
  • mezza bustina di lievito
  • 1 cucchiaio abbondante di cannella
Impastate tutti gli ingredienti sino a quando non otterrete una palla liscia, copritela con pellicola e mettetela in frigo per almeno 30 minuti.
Trascorso il tempo stendete l'impasto mantenendo uno spessore di circa 5mm e ritagliate i biscotti.
Infornate a 180° sino a quando non risulteranno ben dorati.


Vi auguro una buona fine di pomeriggio, ottimi incontri e sensazioni e ovviamente un piacevolissimo inzuppo nel caffè ^_^


***Gialla***

19 commenti:

  1. Ciao Gialla! :)
    Complimenti per questo post...mi hai trasmesso delle belle sensazioni e credo che hai vissuto proprio una bella esperienza.

    E questi biscotti?????? Ne prendo volentieri uno :)sembrano deliziosi!
    A presto!Zu

    RispondiElimina
  2. Grazie Zu, sì è stata davvero bella.
    P.s. tu sei tra i commenti che mi hanno fatta commuovere in assato!

    RispondiElimina
  3. Abbiamo letto di questo meraviglioso incontro da Stefania di Cardamono, davvero, hai detto bene, non la conosciamo personalmente ma la troviamo una persona fantastica, grintosissima, una forza della natura rende bene l'idea! Ci hai incuriositi e passiamo da Alessandra per capire come possiamo fare per avere il suo libro!
    Un abbraccio
    Sabrina&Luca
    P.S. La ricetta dei biscottini l'abbiamo già annotata

    RispondiElimina
  4. E' tipo la quarta volta che scrivo questo commento e blogger non me lo fa spedire:no mi arrabbio, però, perchè più ri-scrivo e più mi convinco che il tuo post sia da incorniciare. Perchè hai colto il bello e il buono di un mondo che non sempre ha raggiunto la consapevolezza adeguata del proprio potenziale- vale a dire questa meravigliosa capacità di creare legami forti fra persone che altrimenti non si sarebbero mai incontrate. Insisto sull'aggettivo "forti" perchè l'esperienza palermitana non sarebbe stata possibile se fra me e Stefania e fra Stefania e tutte voi non ci fosse stato qualcosa di più di una semplice conoscenza o di una superficiale appartenenza ad un mondo di food blogger che parlano solo di ricette e di cibo. Palermo è stata la prova che la nostra condivisione va oltre una lista di ingredienti o una posa fotografica e il tuo post lo racconta con la precisione di chi, prima ancora di esprimerle, certe emozioni le vive. Rinnovo qui il mio grazie a te e alle altre food bloggers per il sostegno dato all'iniziativa benefica che sta dietro questo piccolo libro, con l'augurio di poter rafforzare ulteriormente questo legame e farlo crescere, tutte insieme
    Ancora grazie
    Ale

    RispondiElimina
  5. Finalmente dopo ore riesco a commentare anche io! Avete proprio ragione tu ed Alessandra, la cosa meravigliosa è proprio quella di conoscere persone che altrimenti non avresti mai avuto la possibilità di incontrare e ritrovarti con persone diversissime da te, ma con le quali riesci a condividere più di quanto non si faccia di presenza con tanta gente. Ad esempio io ho partecipato ad ogni esame che tu hai dato da quando siamo su FB e ti ho pensata proprio mentre eri lì a fare l'esame... Prima pensavo che succedesse solo a me di farmi prendere dalla vita di emerite sconosciute, ma poi ho capito che capita ad ognuna di noi, forse perché proprio qui ci si mette tutto il nostro profondo io...
    E poi, scusa, come avrei fatto a non riconoscere quei tuoi meravigliosi occhioni belli????

    RispondiElimina
  6. Ciao Gialla, è molto bello il tuo racconto.
    Mi sono identificata molto in quello che hai detto.
    Gli inizi mi sa che si somigliano un pò tutti.
    Comunque complimenti anche per il tuo blog che è davvero molto carino
    A presto

    RispondiElimina
  7. sei stata più che esaustiva nel descrivere le sensazioni che hai provato :) mi hai fatto venire voglia di caffè anche se non lo bevo :p

    RispondiElimina
  8. Ciao ragazze vi conosco solo "virtualmente" ma questi incontri lo so x esperienza sono bellissimi!
    Grazie x il caffè :-)))
    Bacio Ale

    RispondiElimina
  9. ma che bella esperienza cuginetta di piume ...e che begli incontri..le sensazioni ce le mandi tutte e sono bellissime!!! un abbraccio

    RispondiElimina
  10. che bell'esperienza!!! :-) i biscotti devono essere squisitissimi! :-)

    RispondiElimina
  11. Bellissima questa esperienza e i biscoti favoloisi!!! baci!

    RispondiElimina
  12. chissà che bella giornata!!! biscotti da segnare assolutamente!

    RispondiElimina
  13. bellissimi questi incontri!!!!
    ricchi di grandi belle emozioni!!!

    RispondiElimina

Grazie mille per la visita!!!

Lascia pure un commento, un'opinione, un saluto o qualsiasi altra cosa ti stia passando per la mente ^_^

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...