venerdì 18 settembre 2009

Una bella iniziativa: "La settimana del baratto" e il B&B&B

La settimana del baratto
Mie care e miei cari foodblogger e visitatori, ho letto un'iniziativa davvero davvero graziosa, stuzzicante, divertente e geniale; una di quelle cose che magari da piccoli poteva sembrarci un gioco bellissimo e che da grandi non avremmo mai pensato si potesse realmente realizzare.
Avete presente il BARATTO? Sì, la prima forma storica dello scambio commerciale di beni che ci facevano studiare a scuola e che alcuni di noi ha sperimentato perlopiù da piccoli...

Lo so, mi sto esaltando un pò troppo, direte voi: "Gialla sveglia! il baratto è tornato di moda tempo addietro, esistono persino siti internet per farlo!!!" Va bene, però ditemi un pò: "Quanti di voi hanno mai sentito parlare di un baratto legato ai Bed and Breakfast, del così detto B&B&B (la terza B sta proprio per baratto)?"
I primi a portare avanti questa iniziativa sono stati i proprietari del B&B Villa VillaColle in Sardegna, a Bosa. L'iniziativa si sta espandendo lungo tutto lo stivale e sarà attiva nella settimana dal 16 al 22 novembre; grazie a ciò sarà possibile pernottare barattando beni o servizi: dai DVD che avete in esubero a conserve, liquori e quant'altro fatto in casa (fidatevi, non c'è limite alle varie possibilità immaginbili).

C'è un sito dedicato interamente a questa iniziativa dove potrete trovare informazioni circa le città, i B&B e i loro desideri di baratto.

Cliccate qui, scegliete la vostra destizazione,
prendete la vostra merca da baratto e...
BUON VIAGGIO!
***Gialla***

La Settimana del Baratto

P.s. chi dovesse riuscire ad usufruire di questa bella iniziativa, una volta finita la sua esperienza, potrebbe tornare qui a raccontarcela ^_^ Che ne dite?

martedì 8 settembre 2009

Torta ciocco-amarena

Non è solo d’inverno, aimè, che si ha voglia di cioccolato e mangiarlo d’estate è difficile, la tavoletta di cioccolato che vuoi addentare si scioglie tra le dita piuttosto velocemente e spesso finisci per rimanere sdegnato nonostante il grande desiderio.

Qualche sera fa sono stata invitata a cena a casa del mio ragazzo e come al solito non volevo presentarmi a mani vuote e non mi andava di comprare qualcosa di pronto. Volevo fargli cosa gradita cercando un abbinamento di gusti che potesse piacergli, così mi è venuto in mente che in vacanza avevamo provato il gelato al cioccolato fondente con le amarene, detto fatto! Torta al cioccolato con amarene sciroppate, ma il problema era sempre quello ricorrente, fa caldo e non è consigliabile qualcosa di troppo pastoso, serviva una ricetta cioccolatosa che si sciogliesse in bocca e allo stesso tempo che potesse essere servita fredda, così mi sono venuti in mente i biscotti “Tenerezze” della Mulino Bianco (oltretutto credo che quelli al cacao non vengano più prodotti dato che sono anni che non li trovo sugli scaffali del supermercato) che d’estate mettevo in frigo facendoli diventare quasi dei cioccolatini. Bene, avevo trovato la giusta direzione, adesso mi occorreva una ricetta che si avvicinasse il più possibile alla mia idea. Ma certo, c’è la Torta Barozzi*! La mia non è la ricetta originale, ma come idea si avvicina molto: bassa, cioccolatosa e che si scioglie in bocca, ottima servita fredda!


*Un bel film dove viene mensionata e cucinata è "Solo desserts" di Kevin Connor. Mentre per avere tutte le info su questa preziosissima delizia eccovi il link del suo sito personale: http://www.tortabarozzi.it/

Torta ciocco-amarena

Ingredienti
  • 200 gr di zucchero
  • 200 g di cioccolato fondente (almeno al 70%)
  • 150 g di burro
  • 4 uova
  • 1 cucchiaio di fecola
  • 100 gr amarene sciroppate

Sciogliete il burro con il cioccolato a bagnomaria o con l’aiuto del microonde. Sbattete i tuorli con lo zucchero fino a che non risulterà un composto chiaro e spumoso. 
Aggiungete la fecola, sbattete le chiare a neve ben ferma e amalgamate il tutto. 
Unite lentamente, sempre mescolando, il composto di cioccolato e burro fuso (meglio poco per volta in modo che l’uovo non cuocia). 

Versate nello stampo foderato con carta forno e cuocete a circa 180° sino a quando fuori si sarà venuta a formare una crosticina croccante e lo stuzzicadenti,  col quale avrete punzecchiato la torta, risulterà senza residui d’impasto ma comunque umido (dentro deve rimanere morbida).

Lasciate raffreddare a temperatura ambiente.

Aggiungete su tutta la superficie le amarene sciroppate e mettete a raffreddare in frigorifero.
Servitela bene fredda!
P.s. sono certa che anche a temperatura ambiente sarà squisita!
Buona torta cioccolatosa a tutti!!!
***Gialla***