lunedì 30 giugno 2008

Zucchine alla terza e premio alla seconda

Eccomi dinuovo qui... sono sparita per qualche giorno e in realtà credo che latiterò ancora un po’... ma voglio ringraziare tutti per i bei commenti e per essere passati a trovarmi e scusate se non ricambio spesso le visite! Per ora sono... ehm sì, come dire... incasinata?! Studio e ho quasi finito di preparare la mia prima materia della specialistica... si tratta di “gestione delle risorse umane” ci sono una miriade di teorie e teoriette aaaaargh!!! Poi devo stare un po’ con la mia sorellina che con questi cavolo di esami di stato è davvero tanto sotto pressione... è vero che si tratta di una tappa fondamentale della vita, un cambio di status.. però nemmeno certi professore possono essere così fiscali e rompiscatole.. non vorrei essere nei panni di quella “stracchiola” della presidente.. ma dai... allo scritto ha bacchettato i professori interni dicendo di non suggerire ai ragazzi (nella maggior parte delle volte invece i prof hanno sempre aiutato un po’) e all’orale, allo scientifico, si mette a chiedere l’etimologia delle parole! Ma daiiiiiiiiii se le bucano le ruote è il minimo! Ihihihihih... comunque, lasciatemi fare l’imbocca al lupo per l’orale di domani alla mia piccola Saponetta!
Non per ultimo ho un problemino al PC che mi tiene lontana dall’utilizzarlo, ho l’audio fritto (per stare in tema col blog) e siccome quando mi metto qui a scrivere lo faccio ascoltando la musica, ora non potendolo più fare mi infastidisco a farlo senza le mie adorate note.
Comunque, chiuso il mio “Io pensiero” ritorno a parlarvi di cucina e sperando di essere ancora in tempo posto le mie zucchiricette per aderire all’iniziativa di MissKClub delle Zucchine".



Si tratta di 3 ricettine, una zucchina ripiena e due sfoglie “quiche”.



Zucchine ripiene estive

Ingredienti:

  • 3zucchine genovesi medie
  • 250 gr tritato (carne a scelta vostra)
  • 7 pomodorini ciliegino di media grandezza
  • 1 cipolla piccola
  • Olio, sale, pepe, basilico e caciocavallo (pezzo intero semi stagionato) qb

Lavate le zucchine ed eliminatene le estremità, tagliatele a metà (per corto) e svuotatele, io mi sono aiutata con un coltellino di quelli a lama sottile, ma andrebbe bene anche il “leva torsoli”; la polpa delle zucchine riducetela a cubettini. Mettete in una padella un po’ di olio e fatevi appassire la cipolla tagliatta finemente, aggiungete la carne tritata e i cubetti di zucchine, fate cuocere. Una volta che il composto sarà pronto mettetelo in una ciotola, salate, pepate e aggiungete il basilico e il pomodoro e il caciocavallo tagliati a cubetti, per quest’ultimo aggiungetene la quantità che più vi aggrada (non a tutti piace questo sapore forte in grande quantità, volebdo potreste utilizzare, in alternativa, un formaggio dolce a pasta filante). A questo punto sbollentate un po’ le zucchine (lasciandole comunque sode), riempitele col composto e mettetele in una pirofila che andrà infornata a 200° per circa 20 min (il tempo in realtà varia dalla grandezza delle zucchine, da quanto le avete fatte sbollentare e dal tipo di forno).


Quiche semplice di zucchine.


Igredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 3 zucchine genovesi medie
  • 1 cipolla piccola
  • 2 uova
  • Olio, sale, pepe, menta e galbanino (o simili) qb

In una padella mettete ad appassire con un filo d’olio la cipolla a rondelle dopodiché aggiungete le zucchine tagliate a cubetti e lasciate cuocere aggiungendo al termine della cottura sale e pepe e menta qb. In una teglia rotonda adagiate la sfoglia e riempitela col composto precedentemente cotto; sbattete le uova con un po’ di sale e di pepe e versatele sopra lo strato di zucchine, a questo punto adagiate in superficie dei cubetti di galbanino.
Chiudete i pordi della sfoglia e spennellateli con un po’ di uovo o con dell’olio.
Infornate il tutto a 230° per circa 20 min.


Sfoglia verde

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 3 zucchine genovesi medie
  • 1 cipolla piccola
  • Besciamella
  • Olio, speck di posciutto, sale, pepe, noce moscata e menta qb

Besciamella

Ingredienti:

  • 50 gr burro
  • 50 gr farina
  • ½ l latte
  • sale qb
  • noce moscata qb

Iniziamo preparando la besciamella verde. Lavate e pulite le zucchine, di due di queste levate e mettete a bolline la buccia, una volta cotta frullatela con un po’ di acqua di cottura in modo da ottenere una cremina; adesso preparate la besciamella: mettete a fondere 50 grammi di burro in un tegamino della capacità di un litro circa. Fate sciogliere a fuoco lento, togliete dal fuoco e aggiungete 50 grammi di farina setacciata. Mescolate con un cucchiaio di legno per stemperare tutti i grumi, rimettere sul fuoco e aggiungere quindi 500 gr di latte "a filo", facendolo cioè cadere in modo lentissimo nel tegame, e proseguire la cottura continuando a mescolare fino a raggiungere la consistenza desiderata. Togliete quindi dal fuoco e aggiungete sale, noce moscata e il composto ottenuto dalle bucce frullate.
Per questa sfoglia ho preferito lasciare tutti gli ingredienti a strati in modo da lasciare ogni sapote il più intatto possibile.
In una padella mettete ad appassire con un filo d’olio la cipolla a rondelle, una volta cotta mettetela da parte, nella stessa padella dove ha cotto la cipolla mette a cuocere sempre con un filo d’olio la zucchina tagliata anch’essa a rondelle spesse circa 5mm, una volta cotte salate e pepate e aggiungete qualche fogliolina di menta.
Ora è possibile formare gli strati.


In una teglia rotonda adagiate la sfoglia, ricopritela con uno strato si speck, poi con le cipolle, le zucchine e la besciamella verde, richiudete i bordi di pasta e infornate a 230° per 20 min

Infine vorrei ringraziare GG per avermi girato il mio secondo premio!!! Fa sempre piacere essere pensati, GRAZIEEEEEEE



Un colore: il blallo (blu&giallo= sono i colori che mi compongono);
Un numero: 18;
Un libro: le avventure di Tom Sawyer(mi ricorda quando ero piccolina) e Poesie d'amore di Pablo Neruda ;
Un film: uhhhh ne ho tanti... vabbè, italiano: Le Fate ignoranti; e straniero: The skulls;
Una pietanza: il filetto;
Un dessert: gelatooooooooo;
Un posto: la West coast o il mare;
Un momento del giorno: il tramonto;Un punto di riferimento attuale: mio papà e mia mamma (scusate se ne dico 2)
Un punto di riferimento storico: mio nonno;
Un punto di riferimento di fantasia: vorrei essere una damina dell’800
Una canzone: magnolia dei Negrita, ma anche don’t stop me now dei Queen
Progetti immediati: riuscire a sfruttare ogni istante dei giorni che verranno
Sei felice? Sì, perché voglio esserlo!

Osi dire la tua età? Ma certamentos... [(2+3)x5]-(1+1+1)... si ok lo so, lo so... spunta nel profilo e non c’è motivo di far fare calcoli scemi con sto caldo... sono 22!!!


So che c'era scritto "uno" ma non so scegliere in quelle domande dove ho dato più risposte.. varrà uguale

Io giro questo premio a GIANCHEF che mi ha mandato una bellissima immagine "gialla".

Buone zucchine e buon inizio settimana a tutti!
(nooooooo, non volevo darvi delle zucchine)
^_^

***Gialla***

Aggiornamento del 2 giugno 2009

Con queste ricette partecipo alla raccolta proposta da Pasticci&pasticci

lunedì 23 giugno 2008

Gelatino veloce della consolazione


Poteva essere il dolcino di fine pasto per festeggiare una vittoria... e invece è stato il gelatino della consolazione... alla fine non mia, perché è stato sbafato in 2 secondi dal mio amoruccio che lo doveva solo assaggiare dato che aveva detto che era già pieno dalla cena... ehm si è scusato dicendo che è tutta colpa del bicchiere ingannatore che andava restringendosi... ma va bene lo stesso... io in realtà l'avevo pensato per lui dato che impazzisce per le amarene e poi vederlo così appagato (anche se con un pò di senso di colpa) mi ha fatto ugualmente bene!


Perché questa bandierina potrete chiedervi.. beh, l'Italia è fuori (non mi parlate del perché o del per come... ancora strangolerei De Rossi, Di Michele e Del Piero che si è messo per ultimo!) ad ogni modo... ora tiferò per la mia seconda scelta... e quindi... Germania vendicaci tu!E magari, magari potrebbe iniziare già la Russia eliminando la squadra del "Nano Malefico" Silva.


Oh mamma, quando si parla di Nazionale di Calcio divento cattiva e quasi un maschiaccio, ehm... scusatemi, mi passerà prima o poi... O_0


Gelato all'amarena


Comunque, veniamo al gelatino... mai cosa fu più semplice e veloce, avevo congelato un pò di amarene dopo averle denocciolate, le ho frullate con un pò di zucchero e con dello yogurt bianco congelato e il gioco è fatto, niente gelatiera e niente mescolate ogni tot tempo; per servirlo ne ho messo un pò in un bicchiere poi ricoperto con uno strato di yogurt bianco (la panna ci starebbe anche bene) e un Biscotto caramellato di pasta sfoglia.

Le dosi per un bicchiere di gelato sono grosso modo:


  • 100 gr amarene
  • 4 cucchiaini di zucchero
  • 90 gr yogurt bianco (congelato in cubetti come il ghiaccio)

Buona consolazione a chi c'è rimasto male ieri sera e buona merenda rinfrescante a chi non gliene può fregar di meno del calcio ^_^

*** Gialla***

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Buoni e veloci

sabato 21 giugno 2008

Muffin allo yogurt fungheggianti & il mio primo premio


E dopo Unika, anche io corro a farvi morir dal ridere... si sono spata sciati anche i miei muffin... uffi... Mamma l’altro giorno mi ha regalata la teglia per i mini muffin e così non ho potuto aspettare ed ho dovuto provarla subito, in frigo avevo un vasetto di yogurt bianco che stava per morire e allora ho detto... facciamoli allo yogurt questa volta... ma ho anche cambiato ricetta in toto, ne avevo trovata una che poteva andar bene e che mi sostituiva il latte con l’ingrediente moribondo e così... il risultato lo potete vedere da voi... ero triste quando ho visto che invece di diventare bitorzoluti diventavano piatti, ma non potevo mica buttarli o mangiarli da sola per paura delle critiche, anche perché li avevo rimpinzati di mandorle e un po’ di cannella e il sapore e la consistenza non erano affatto male... ma che fare con questa forma strana? Beh... se funghi devono essere... che lo siano un po’ più decentemente... e così, un po’ di glassa al cioccolato e un po’ di glassa zuccherina e ho fungheggiato i miei muffin, almeno hanno fatto ridere in senso positivo!

P.s. la ricetta è inutile che la posto, anche perché credo di averla assolutamente eliminata, ma se volete farli di questa forma con assoluta cognizione di causa... basterà far diventare l’impasto un po’ più liquido del normale!

Buona fungata a tutti!

Ma nonostante le mie paperate... (d'altronde che vi potete aspettare da una pennuta come me?) è arrivato anche il mio primo premio!!! A darmelo è la mia cuginetta pennuta Lo... GRAAAAAZIEEEEE!
Io invece lo dedico a: Dolcetto che mi ha stregata da sempre con le sue bontà golosone, Unika per ribadirle che le sono vicina, GG per farle l'ennesimo in bocca al lupo per la maturità, GIANCHEF l'ho appena scoperto, ma mi fa morire dalle risate con le sue video-ricette.
***Gialla***

venerdì 20 giugno 2008

Cucinando presenta: il Blu Moon

Su CUCINANDO ho proposto un'altro cocktail e questa volta si tratta di un aperitivo invitante sia nel gusto che nel colore che ricorda tanto quello del mare caraibico... dove sinceramente mi andrei a tuffare di corsa... Non sopporto più di starmene a dstudiare in balcone pur di captare qualche raggio di sole e fare entra ed esci dalla docciaaaaa!!! Mi accontenterei anche di andare a fare un tuffetto a Mondello dato che ancora l'acqua dovrebbe essere limpida!
Comunque signore e signo ecco a voi il cocktail che mi ha lasciata ipnotizzata quest'oggi...

Immaginate di essere a bordo piscine o ancora meglio su una spiaggia dalla sabbia fine fine e bianca e arriva un cameriere a chiedervi che cocktail preferite come aperitivo quest’oggi... voi che rispondete? "Un Blu Moon, grazie!"

La ricetta la trovate qui, così se male auguratamente il camriere di prima dovesse dirvi che non servono questo tipo di cocktail o che il barman non lo sa fare... potete prendere voi il comando della situazione.

Buon sogno d'estate e buon "bagno" nella acque limpide a tutti!
***Gialla***

lunedì 16 giugno 2008

Nuovamente muffin. Questa volta: MELA VERDE


Eccomi nuovamente a cimentarmi nei muffin... e devo dire che sono venuti ancora meglio... erano piuttosto "sofficiosi" e freschi, adoro la mela verde frizzantosa!!!

Questi qui li dedico ad Ale 206 che per gli scorsi ha espresso il suo apprezzamento e la voglia di mangiarli un pomeriggio qui da me davanti ad una tazza di tè... scusa Ale se li ho pappati senza di te... scusaaaaaa, ma mi aveva presso un raptus improvviso mentre studiavo e ho dovuto prepararli, ma ne avevo fatti solo 5! Prometto in sede pubblica che li rifarò... ooooooops... non ricordo se le mele verdi ti piacciono, ma male che vada proverò a farne altri.

A chi legge questo blog chiedo scusa se li dedico solo ad una persona, ma mi sento "in dovere" di farlo; mi perdonate? Vi pregooooooooooooo!!!

Dai vi posto la ricettina e così magari li fate anche voi dedicandoli a qualcuno...
Muffin alla mela verde

Ingredienti: (per circa 10 muffin)

  • 150ml di latte
  • 2 uova
  • 120gr di burro
  • 300gr di farina
  • 100gr di zucchero
  • una mela verde Granny Smith (+ mezza per decorare, se occorre)
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • succo di limone q.b.
  • un pizzico di sale

Per prima cosa grattugiate la mela grossolanamente, una volta fatta questa operazione bagnatela con qualche goccia di limone e mettete da parte. In una terrina mescolate il burro a temperatura ambiente, con lo zucchero sino ad ottenere una crema a questo punto aggiungete il latte, le uova e la mela grattugiata, quando il composto risulterà ben amalgamato incorporate il lievito, la farina e un pizzico di sale, versate il composto negli stampi (io ho sempre quelli dell'altra volta, quelli in metallo, quindi li ho imburrati ed infarinati), aggiungete una fettina di mela al centro e infornate per 10-15 min a 180. Io li ho serviti, ehm, li ho divorati, ma non sono stata la sola... senza pucciarli da nessuna parte in quanto sono risultati davvero morbidi, grazie anche all'umidità trasmessa dalla fettina di mela posta all'interno.

E se avete deciso di provarli...
Buona preparazione e buona dedica a tutti!
*** Gialla ***
P.S. però un'altra cosa a tutti quanti la posso dedicare...
Buon inizio settimana!!!
^_^

venerdì 13 giugno 2008

Riciclo-ricetta: Pasta col sugo e melanzane fritte



E anche io aderisco all’iniziativa promossa da Cipolla aggiungendo la mia Riclo-ricetta (fiu... giusto in tempo, il 14 c.m. termina il periodo per pubblicarle ed è già stato prolungato =_=)!!!
BLOGGER_PHOTO_ID_5204285654032075714E quindi vi propongo quella che ho improvvisato l’altro giorno a pranzo quando ho visto una povera melanzana tunisina gridare aiuto dal fondo del cassetto del frigorifero.. diciamo che si tratta di una pasta con la salsa e le melanzane fritte... solo che il pomodoro era uscita a fare una passeggiata e quindi il suo posto è stato preso dalla melanzana stessa.


Pasta col "sugo" e melanzane fritte

Ingredienti: (per 4 persone circa, almeno queste le dosi della mia famiglia)

  • 250gr fusilli
  • una melanzana tunisina media (se non sta per andare a male e quindi nn dovete buttarne parti)
  • 1 cipolla piccola
  • olio extravergine d'oliva q.b.
  • sale q.b
  • pepe q.b.
  • basilico q.b.


Ho pulito la melanzana, l’ho tagliata in pezzi e messa a mollo in acqua e sale per levare un po’ di amarognolo che alle volte infastidisce. Una volta tirata fuori dall’acqua, una parte è stata ridotta a cubetti piccoli e fritti in olio d’oliva (disponendone di un buon numero di litri, anche regalati, preferiamo usare questo a quello di semi); mentre un’altra parte è stata messa nel mixer e frullata con un dito d’acqua sino a ridurla in purea, nel mentre in una padella ho fatto soffriggere un pò di cipolla tagliata molto finemente con un filo d’olio extravergine d’oliva, ho aggiunto la melanzana frullata e ho fatto cuocere allungando di tanto in tanto con un po’ di brodo vegetale (carote, sedano e cipolla). Durante la cottura del sugo potete iniziare a far bollire l’acqua per la pasta e poi a calarla. A cottura terminata, sia della crema che della pasta, scolate quest’ultima e versatela nella padella col sugo, fate assaporare e aggiungete i cubetti fritti, qualche foglia di basilico (miiii, io lo avevo finitoooooo, ma ora è arrivata la piantina!!!), una macinata di pepe nero e aggiustate di sale. Mantecate il tutto ben bene e la pasta è pronta per essere servita in tavola.

Buona riciclata a tutti!
*** Gialla ***

mercoledì 11 giugno 2008

Per la cena degli azzurri: Torta cioccolattosa per tirarsi su

Dolcezza ha indetto un'iniziativa davvero carina... Con gli Azzurri Davanti alla Tv; proviamo ad immaginare di essere invitati a cena da lei la sera della partita dell'Italia per gli Europei, che pietanza porteremmo? Anche e soprattutto per augurarci un punteggio migliore dell'ultimo!!!

Lunedì sera avevo degli amici qui a cena e avevo preparato una torta slurposa e cioccolatosa... diciamo uno di quelle che mangerebbe una povera zitella triste davanti la TV per consolarsi dai dispiacere amorosi... Ma visto il risultato forse era meglio mangiarla prima della partita e non dopo... sì ok... noi ragazzi ci siamo tirati su, ma sarebbe stato meglio tirare su direttamente i giocatori così poi saremmo stati tutti felici. Quindi, io posto la ricetta con l'auspicio che magari, anche solo virtualmente, funga da "eccitante" e "tiralisù"

Torta cioccolato fondente, nocciole e cereali

Ingredienti:


  • 250 gr farina 00

  • 3-4 cucchiai di cacao amaro

  • 150 gr zucchero

  • 2 uova

  • 100 gr di margarina

  • 1 bustina di lievito

  • 80 gr di latte

  • cioccolato fondente (la percentuale di cacao sceglietela a vostro piacere come la quantità)

  • cereali (quantità a piacere)

  • nocciole tostate tritate grossolanamente (quantità a piacere)

  • un cucchiaio raso di cannella

  • una busta di glassa al cioccolato
Versate in un terrina la farina, il cacao setacciato, lo zucchero, le uova, il latte con sciolta dentro la bustina di lievito, la margarina e mescolare bene; quando l'impasto sarà ben lavorato unite la cannella (che a mio avviso esalta il sapore del fondente), il cioccolato tagliato a pezzetti non troppo piccoli, le nocciole e i cereali, in questo caso ho usato i Cheerios (quelli a cerchietti col miele). Imburrate e infarinare uno stampo per torte e infornate a 170° per 40 minuti circa (dipende dal forno, consiglio vivamente di provare con lo stecchino e se esce asciutto tirate fuori la torta). Una volta cotta e raffreddata potete versare in superficie la glassa al cioccolato, mettete in frigo e uscitela mezz'oretta prima di servirla.
Per questa torta ho usato il mega forno a microonde/convenzionale/grill/combinato che abbiamo comprato e per la prima volta da quando faccio le torte il risultato è stato perfetto, il fondo non è risultato per metà più cotto quasi tendente al bruciacchiato e in superficie non è venuto il cupolone con la bolla che tanto detesto perché non veniva mai al centro ma piuttosto di lato... P.s. siccome ho usato la modalità convenzionale ventilato l'ho messo a 160° ed ha cotto per 30 min circa.
Adesso non mi rimane che dire...
FORZA AZZURRIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!
e incrociare le dita per la partita di venerdì!!!
Buona ciccolatata a tutti!
*** Gialla ***

martedì 10 giugno 2008

«Cucinando» apre i battenti su www.GODIMENTALE.com

Ciao bella gente!!!
Ho un annuncio ga farvi:
da oggi Gialla ha iniziato la sua collaborazione attiva insieme ad Alessio Di Salvo, alias Ale206, al blog GODIMENTALE.com
Si tratta di un blog che racconterà della vita notturna di Palermo, con reportage fotografici e recensioni, il tutto correlato da rubriche che parleranno di cucina (prettamente cocktail, drink vari e finger food), curiosità maliziose ed info musicali.
La prima rubrica ad essere aperta è stata proprio CUCINANDO ed è lì che ho postato il mio primo "cocktail" o per meglio definirlo un "ammazza caffè", si tratta del Pousse-café Italia... speriamo che almeno inizi a portarci un pò di fortuna dopo l'esordio di ieri agli europei!!!

Per la ricetta cliccate qui.


Buona bevuta e forza azzurri!!!
*** Gialla ***

sabato 7 giugno 2008

I miei primi muffin con uno stravagante cappuccino freddo!

E anche io mi sono cimentata con i MUFFIN!!! la ricetta però è scopiazzata... è di una cuochessa che mi piace molto, molto... Alessia,
si tratta dei muffin al limone, ho solo fatto delle minime modifiche, ma queste solo per questione di gusto.
Li ho preparati una sera che mi sentivo piuttosto giù di morale, avevo avuto una discussione col mio "piccolo" Nannao e avevo bisogno di tirarmi su e così... eccomi tra latte, uova e farina... il tempo di infornarli e già sentivo di star meglio... infatti appena suona alla porta il povero fidanzato che doveva essere vittima di un atroce "cazziatone" (rimprovero)... si ritrovò davanti una cuoca pasticciona che aveva rimosso il discorso che aveva preparato e così: "vissero felici e contenti"... almeno sino a quando continuerò a cucinare... ihihih
Muffin al limone
Ingredienti:

  • 150ml di latte
  • 2 uova
  • 120gr di burro
  • 300gr di farina
  • 100gr di zucchero
  • La scorza grattata di due limoni e il succo di mezzo
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • un pizzico di sale

In una terrina mescolate il latte, il burro a temperatura ambiente, le uova, la scorza dei due limoni e il succo di mezzo, quando il composto risulterà ben amalgamato aggiungete il lievito, la farina e un pizzico di sale, versate il composto negli stampi (io li avevo in metallo quindi li ho imburrati ed infarinati) e infornate per 10-15 min a 180.
Appena sfornati erano davvero morbidi e profumati, li abbiamo assaggiati subito, però l’indomani a colazione sentivo il bisogno di pucciarli in qualcosa e così ho ricordato quando da piccola mettevo il lattedentro una bottiglietta di plastica e iniziato a shakerare creando così la tipica schiumetta da cappuccino.. e 1, 2, 3... ecco il cappuccino freddo pronto.

Cappufreddo ai mirtilli

Questa volta non ho usato la bottiglietta, non ne aveva a disposizione, così ho usato il frullatore ad immersione, prima o frullato un po’ di latte con un cucchiaio di marmellata ai mirtilli, un cucchiaino di zucchero di canna e una fogliolina di menta; e per finire ho frullato un po’ di semplice latte bianco senza aggiungere nulla, di questo ne ho messo proprio poco in modo da farlo diventare quasi tutto schiuma (ne volevo ricavare poco di proposito solo per creare un po’ di contrasto, ma se ne può usare di più per coprire l’intera superficie... quindi divertitevi come vi pare a decorare il vostro cappufreddo)... Ho versato nella tazza prima il latte aromatizzato ai mirtilli e poi la schiumetta bianca. Infine gli ho tuffato dentro il muffin... GNAM!

Buona merenda-colazione a tutti!!!

*** Gialla ***

mercoledì 4 giugno 2008

Il ritorno delle fragole: sfogline marmellata di limoni e fragole

La mia cuginetta pennuta Lo ha notato che ho abbandonato le mie amate fragole e le ho tradite con le ciliegie... ma è stato solo una piccola sbandata, perché le fragole si sono ripresentata nella mia vita culinaria!!! ^_^
Mamma e papino le avevano comprate un apio di giorni fa... sono rimaste in frigo sino a che nn ho resistito a vederle abbandonate lì per una qualche occasione importante e così... zacchete, me ne sono impossessata e menomale perché la mummificazione era vicina, così mi sono detta... queste qui vanno cotte... e come???
Uhhhhhh ho la pasta sfoglia!!! Ed eccole qui, vi presento le mie sfogline con marmellata di limoni e fragole!

Sfogline con marmellata di limoni e fragole


Ingredienti:
  • un rotolo di pasta sfoglia
  • un cestino grande di fragole
  • 5 cucchiai (circa) di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 100 gr (circa) di marmellta di limoni
  • 2 fogli di colla di pesce
  • mezzo bicchiere d'acqua

Tagliate le fragole a rondelle e mettetele in una ciotola con un po’ di zucchero semolato (3 cucch.) e un po’ di zucchero di canna (2 cucch.) e lasciatele macerare il tempo che si crei un po’ di “sughetto”.
Srotolate la pasta sfoglia e ricavatene dei rettangoli o quadrati o cerchi o quel che volete, iniziate a bucherellare la pasta dal centro verso l’esterno lasciando non solo bucato il perimetro (largo circa un dito), nella parte bucherellata spalmate un po’ di marmellata, sopra a questa aggiungete uno strato di rondelle di fragole ben scolate dal loro liquido, a questo punto potete arrotolare su se stesso oppure semplicemente piegare verso le fragole, il perimetro di sfoglia. Siete così pronti per infornare a 220°(forno pre-riscaldato) sino a quando la sfoglia non sarà ben dorata. Io al momento che ho visto che questa iniziava a colorarsi ho spolverizzato un po’ di zucchero e ho dato 2 minuti di grill in modo da far caramellare un po’ la frutta e la sfoglia.

Nel mentre col “sughetto” fragoloso che vi è avanzato preparate una gelatina da poter spargere sopra le sfogline una volta uscite dal forno e raffreddate. Io ho usato le dosi per una classica gelatina di frutta qui con la gelatina avanzatami ho fatto qualche decorazione, l'ho fatta solidificare nel fondo di una pirofila e poi una volta scodellata l'ho tagliata nelle forme che più mi piacevano.
Buona fragolata a tutti!
*** Gialla ***