mercoledì 30 aprile 2008

Salatini stellari e piccantini

Eccomi tornata più o meno alla vita normale... e forse proprio per questo credo di avere sempre meno tempo a disposizione (ma quante ricettina avete pubblicato in questi giorni... sono in super arretratissimoooooo!!!); ho ripreso a seguire le lezioni della specialistica in Comunicazione Sociale e Istituzionale, ho avuto la mia prima promozione lavorativa e, grazie ai giorni di festa, mi sono rimessa all'opera in cucina... ho realizzato un po’ di sfizioserie e la prima è quella che accennavo nel precedente post... due tipologie di SALATINI che ho servito durante la scampagnata fatta con gli amici per festeggiare la laurea! La prima è parmigiano e semi di papavero e la seconda è ricotta salata e peperoncino.
Con mio grandissimo stupore sono venuti davvero friabili. La pasta, tipo brisè, rompendola lascia intravedere tanti piccoli strati, insomma dei mini crackers... la ricetta base è Presa dal sito di Sigrid, Ma bando alle ciance e iniziamo a sporcarci di farina!!!



Salatini
Ingredienti (impasto base)
  • 200g farina
  • 100g burro
  • 1 tuorlo
  • 1 pizzico sale
In una terrina amalgamate alla farina il burro a temperatura ambiente tagliato a pezzetti, il tuorlo ed il sale. Impastare il tutto velocemente, rovesciate il composto su un piano e continuate ad impastare sempre stando attenti a non riscaldare troppo l’impasto; se risulterà troppo asciutto e quindi composto da tante “briciole” andate aggiungendo un po' d’acqua fredda.
Quando avrà raggiunto una consistenza omogenea e liscia, avvolgete la pasta con della pellicola e fatela riposare in frigorifero per almeno 30 minuti (io di solito inizio a lavorarla quando al tatto risulta abbastanza dura).
Una volta levata dal frigorifero stendetela con il mattarello (di solito lo stendo tra due fogli di carta da forno) sino a raggiungere lo spessore di 5 mm circa, ora sbizzarritevi con le formine, io ho scelto le mie amate stelline.
Disponete i salatini su una teglia rivestita con della carta forno ed infornate a 180° per una decina di minuti o finché i salatini non risulteranno dorati. Usciteli dal forno, levateli dalla teglia e fateli raffreddare su una graticola.

Note:
  • potete variare il gusto dei vostri salatini con le spezie, ma anche con i formaggi che preferite (questi ultimi è bene che siano piuttosto stagionati). Nel mio caso ho diviso l'impasto in due parti ed ho aggiunto: alla prima 75g di parmigiano grattugiato e 2 cucchiai di semi di papavero; e alla seconda 100g di ricotta salata ed 1 cucchiaio e 1/2 di peperoncino in polvere.

Ora non i rimanere che brindare anche con voi ed augurarvi una buonissima sgranocchiata!!!


Cin Cin!!!*
Gialla

*uhhh la prima volta chevedete una mia foto da grande, che vergogna!!!

martedì 22 aprile 2008

Rossi e cioccolattosi: confetti per voi


Sono sparita per un pò... me ne rendo conto, ma con la laurea e con i relativi festeggiamenti ho avuto un pò da fare. Domenica è stata la volta dell'ultimo "pranzeggiamento"... una bella rosticciata in campagna con gli amici... un pranzo con annesso pomeriggio davvero meraviglioso all'insegna della spensieratezza e del divertimento!
Oggi non ho nessuna ricettina da scrivervi, o meglio, una l'avrei ma aspetto le foto fatte dalla mia più cara amica ed è quella di due tipologie di salatini che devo dire sono stati davvero facili da preparare e hanno avuto una resa davvero ottima e sfiziosa... ma per questa ci riaggiorniamo. Ora voglio offrire a tutti voi, in modo simbolico e per ringrazziarvi degli auguri e delle cose belle che mi avete scritto, i confetti che vedete nelle foto... li abbiamo realizzati io e la mia mamma cercando di trovare un modo originale per confezzionarli... ed eccoli qui dopo tante scelte sono stati realizzati con una mise casual e sbarazzina che tanto desideravo!!! (ihih... la mia anima da stilista si trasferisce anche sui confetti ^.^).

Grazie mille ancora
e buona mangiucchiata di confetti virtuali
(p.s.: sono al cioccolato!)

*** Gialla ***

domenica 13 aprile 2008

Bocconcini di carne ai pomodori secchi

E' da un pò di tempo che mi diverto a giocare con la carne per lo spezzatino... la tradizione di parlo con le patate non è niente male... ma sperimentare mi diverte di più e così ho scoperto in questi bocconcini dei piccoli cubetti multiuso, si prestano a tanti tipi di ricettine sfiziose e oggi ve ne presento una che vede questi cubotti ricoperti da una delicatissima salsa ai pomodori secchi.
Ho una passione per i pomodori secchi, sarà perché da piccola li vedevo fare sempre dai miei zii nella loro casa al mare, vedevo quei pomodori così carnosi tagliati a metà e messi a prendere il sole ricoperti dal sale, un pò come me al mare^.^... sarà anche che in generale sono proprio BUONI e saporiti e quindi... da questo amore e dalla passione riscoperta per i bocconcini di vitello ecco che è nata un'altra ottima accoppiata!



Bocconcini di carne ai pomodori secchi


Ingredienti (per 4 persone):

  • 800 gr carne per spezzatino
  • 150 circa di pomodori secchi
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • olio, rosmarino, sale e acqua q.b.

In una ciotola con dell'acqua fate ammorbidire i pomodori secchi (se li avete sott'olio vanno bene ugualmente solo che in quel caso vanno solo privati del troppo olio e NON messi a bagno),
successivamente tagliateli con un coltello o una mezza luna a pezzetti molto piccoli.
In un tegame fate scaldare dell'olio con del rosmarino e, subito dopo, aggiungete i pomodori secchi.
Quando il tutto sarà ben amalgamato, aggiungete il vino e fate sfumare.
Aggiungete i pezzi di carne facendoli rosolare nella salsa che nel frattempo si sarà formata all'interno del tegame, quando la carne sarà "colorata" versate un mestolino d'acqua (senza esagerare... possiamo sempre aggiungerla) e coprite il tegame con un coperchio.
nel frattempo tutto si insaporirà e a seconda dei gusti potremo salare o "accontentarci" del sale rilasciato dai pomodori.


Buono slurp a tutti!

***Gialla***

venerdì 11 aprile 2008

Pre e post laurea da 110 e lode ^.^


Ebbene sì, la Paperella Gialla si è laureata... ora è dottoressa in Comunicazione Pubblica cum laude (una secchiona insomma!!! Ihihihih)... anche se nel suo mondo è Laureata in... QUA QUA QUA!!!
Sono stata un po’ distante dal foodblog, ma potete capire il motivo... però la fame non è passata quasi mai (solo per il pranzo di ieri dato che poi alle 15.00 sarebbe iniziato il tutto), pensate ho cucinato pure ieri... risottino con le zucchine... così tanto per provare ad invogliarmi a mangiare. Ad ogni modo, la laurea è andata strepitosamente, ma se è andata così bene... certo non mi spiego le lacrime di polli, tacchini, oche, anatre, etc. etc. ... Ancora non ho realizzato totalmente, però davvero, è stata una soddisfazione per me, per i parenti e per gli amici... Sono feliceeeeeeeeeee!
Oggi però un ampio di ricettine ve le devo postare, in teoria sarei libera (beh, molto in teoria, dato che ho da preparare i confetti con la mamma, finire di fare gli inviti per la festa con i parenti e per quella con gli amici e di conseguenza organizzarle e se riesco decidere quale pezzetto di stoffa andrà a ricoprire le mie penne gialle ^.^).
La prima ricettina è dolce dolce e l’ho preparata il pomeriggio pre- laurea, così per svagarmi un po’.
Ed ecco che mi sono ritrovata a mescolare due ingredienti che non mi fanno impazzire: il primo è la banana calda e il secondo è la marmellata di mirtilli neri senza zuccheri aggiunti che tanto mi ricorda delle fialette che mi faceva prendere il mio papà per gli occhi. Però devo ammettere che anche tra due cose negative può uscir fuori qualcosa di davvero positivo!
Crêpes alla banana e marmellata di mirtilli neri:
per la pastella delle crêpes qui

Mettete in un padellino per ogni porzione un cucchiaio e mezzo di zucchero di canna e uno di marmellata di mirtilli neri (se usate quella zuccherata dimezzate lo zucchero ) e lasciate sciogliere, aggiungete la crêpe e fatela imbibire bene sino a che il bordo non sia caramellato. Mettetela in un piatto e arrotolatela attorno ad una banana. Nello stesso pentolino fate riscaldare un altro cucchiaio di marmellata con una fogliolina di menta e dopo aver posto la crêpe sul piatto di portata versatela sopra. Decorate con la menta e con un pro di zucchero di canna e il gioco è fatto!!!

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@

L’altra ricettina (anche se è un parolone definirla ricetta) è la colazione della dottoressa, quella che mi sono regalata questa mattina con tutta tranquillità e spensieratezza.



Questa mattina, come molte altre non mi andava nulla di dolce così dopo aver preparato la mia bella spremuta di arance sanguinella ho amalgamato un po’ di stracchino con qualche foglia di menta, devo dire che per ora la sto usando molto, l’inverno ha fatto davvero bene alla mia piantina che mi regala foglie sempre più carnose. Ho messo il composto in un mini saccapoche ricavato con un sacchetto piccolo per alimenti e ho schiacciato il tutto su delle stelline tostate di pancarrè. Solo per decorare ho messo su un grano di pepe rosa che tanto si intonava con il succo.
^.^
P.s. ovviamente questa potrebbe essere un'ottima idea per delle tartine da aperitivo ... insomma dei finger food freschi freschi...

Beh buona colazione e/o merenda a tutti...
*** Gialla ***

martedì 1 aprile 2008

Un parente all'arancia: il pollo

Ebbene sì, ho cucinato un cugino...
ma in fondo se POLLO si chiama un motivo ci sarà!!!
Da un pò di tempo l'odore e il sapore del pollo mi sdegnano, non sono ancora riuscita ad individuare la causa... sarà forse che ogni volta che a casa si compra quello allo spiedo mi rifilano il petto, spesso secco e che mi rimane sullo stomaco??? Ad ogni modo, ora come ora riesco a mangiare solo il petto, però fatto semplicemente in padella con un filo d'olio e il prezzemolo ormai mi ha stufato e così... ecco che ho iniziato a sperimentare... ed ecco che è saltata fuori questa golosa ricettina.

@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
Petto di pollo all'arancia

Ingredienti:
  • 2 petti di pollo grandi
  • olio
  • 3 arance
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 bicchiere di latte o acqua calda
  • farina 00 qb
  • 1 cucchiaino di curry
  • foglie di sedano e 1/2 costa piccola

Tagliare a tocchetti i petti di pollo, passateli nella farina, fateli rosolare nell'olio a fuoco vivace in una padella antiaderente; abbassare la fiamma e farli cuocere dolcemente per altri 10 minuti circa. Aggiungete il succo di due arance e proseguire la cottura per ulteriori 5 minuti. Unite il curry, mescolate continuamento con una paletta di legno. Una volta ottenute una cremina pelare a vivo la terza arancia e tagliarla a fettine sottili, aggindetela insieme al pollo nella padella e mescolate delicatamente il tutto a fuoco spento. Salate e pepate.

(potete anche omettere il curry se non amate il suo sapore)

Per smorzare il sapore troppo dolce che risalterà al palato ci sono due trucchetti, il primo è quello di tagliare delle zeste d'arancia, farle sbollentare e aggiungerle ai toccatti e il secondo è quello di preparare un'emulsione con olio, foglie di sedano, un pezzetto di costa, sale e pepe... le scorzette daranno un pizzico di amarostico e l'emulsione rinfrescherà la bocca (ps la parte visibilmente liquida dell'emulsione non è del tutto olio, besì in maggior quantità sarà l'acqua che butterà il sedano ).

Buon pennuto pollo a tutti!!!

*** Gialla ***